menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifesta 2016, un successo la rassegna del sociale

Gli elementi caratterizzanti sono stati: innovazione, collaborazione, partecipazione e solidarietà

Innovazione, collaborazione, partecipazione e solidarietà sono stati gli elementi che hanno caratterizzato Manifesta 2016. La rassegna del sociale che quest’anno è andata in scena venerdì 20 e sabato 21 maggio nella stimolante cornice del Campus lecchese del Politecnico di Milano.

L'edizione 2016 di Manifesta, arricchita dal binomio Conferenza del Terzo Settore e Stati Generali del Welfare, si è costituita non più come semplice vetrina sul mondo del sociale nella Provincia di Lecco, ma ha rappresentato un momento di confronto, discussione e sensibilizzazione rispetto al centrale e sempre più attuale tema del welfare generativo e, sulla necessità di elaborare un sistema in grado di rispondere in maniera nuova ed alternativa alle esigenze della popolazione.

Ad aprire la kermesse del sociale dopo la consueta cerimonia del taglio del nastro sono state, venerdì 20, le riflessioni della Quinta Conferenza del Terzo settore e degli Stati Generali del Welfare, momento focale in cui è stato possibile analizzare le strategie attraverso le quali realizzare un nuovo welfare di comunità, alla luce della situazione economica e sociale del territorio.

A conferire ulteriore concretezza e valore ai contenuti della conferenza è stata la vivace e numerosa partecipazione delle cinquanta associazioni protagoniste di Manifesta che hanno rappresentato l’interlocutore privilegiato attraverso cui guardare, per diffondere la cultura della solidarietà e realizzare una rete di collaborazione con le istituzioni ed enti del territorio, necessaria alla sperimentazione di un welfare cosiddetto generativo.

Attraverso il variegato programma di attività Manifesta 2016 ha trasformato il campus universitario in una vera e propria isola dell’innovazione e della solidarietà che ha coinvolto e stupito il numeroso pubblico presente, senza distinzioni di età.

Istituzioni, giovani, anziani, adulti, volontari, bambini hanno trovato un loro spazio all’interno della kermesse, che ha saputo coniugare diverse tematiche: dalla ludopatia all'integrazione, dalla salute all’attenzione per l’ambiente, dalla cultura alla famiglie, affrontate nel corso dei convegni, tavole rotonde, spettacoli e mostre fotografiche andati in scena a Manifesta.

La XX edizione si conclude dunque con un doppio risultato positivo contraddistinto da un lato, dal prestigioso traguardo dei vent’anni di manifestazione, simbolo di un formula organizzativa ormai consolidata, ma sempre in evoluzione e sviluppo; dall’altro dalla sempre più generosa affluenza da parte della cittadinanza che riconosce in Manifesta non solo un’istantanea sulle realtà no profit del territorio, ma un luogo e uno spazio di riflessione, coinvolgimento, divertimento e condivisione.

«Reti e relazioni intergenerazionali, sviluppo integrale, comunitario, coesivo e collaborativo, beni relazionali, sussidiarietà circolare, partecipazione e governance di sistema sono i temi unificati che ci ha consegnato l'integrazione fra gli Stati Generali del Welfare e la XX rassegna sociale Manifesta - ha dichiarato Angelo Vertemati, Presidente di So.Le.Vol. - La nostra comunità, oggi, è pronta a guardare al futuro!», ha poi aggiunto.

Un caloroso ringraziamento va ai numerosi enti partner che, insieme a So.Le.Vol., hanno permesso di dare vita all’iniziativa: Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, Comune di Lecco, Consorzio Consolida, ATS della Brianza, Banca Prossima, Politecnico di Milano - Polo Territoriale di Lecco, Confartigianato, Camera di Commercio e Avis Provinciale di Lecco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento