"Arte mi sia Gentil Esca"

  • Dove
    Palazzo delle Paure
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 04/03/2017 al 02/04/2017
    mar/mer/ven 9.30/18 - giov 9.30/18-21/23 - sab/dom 10/18
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Sito web
    museilecco.org

"Arte mia sia Gentile Esca", mostra allestita a Palazzo delle Paure e curata da Tiziana Rota, apre al pubblico sabato 4 marzo.

32 disegni a penna e china ed un montaggio audiovisivo che permetterà di ammirare il ciclo completo di opere, 46 in totale, realizzati da Giansisto Gasparini, artista milanese che da anni vive a Lecco, che denunciano la violenza contro le donne. Un importante contributo alla riflessione su un tema ancora e sempre scottante, ma anche occasione per conoscere in un ciclo compiuto e particolare il disegno di questo artista.

«Con una serie di disegni realizzati con la mano sinistra tra il 1996-97 - spiega Tiziana Rota - Giansisto Gasparini offre un'intensa riflessione grafica sul tema della violenza che può nascere nel contesto della relazione amorosa. La mano sinistra viene attivata per un'urgenza espressiva impedita da un accidente al polso destro e il limite diviene per l'artista l'occasione per misurarsi con inedite possibilità. Lo spunto è un fatto storico, la violenza subita nel lontano 1611 da Artemisia Gentileschi, giovane pittrice, nello studio di Agostino Tassi, collega e collaboratore del padre Orazio».

Qual è il sottile confine che separa seduzione e violenza in un rapporto erotico? La domanda, questa, che si è posto Giansisto Gasparini esplorando col segno grafico possibili risposte, non certo di ordine sociologico o psicologico. Gasparini è affascinato dalla storia di Artemisia Gentileschi e giocando a scomporre il nome Arte Mi Sia Gentil Esca, ci suggerisce il senso di una riflessione grafica del tutto privata sull'amore sessuale, il possesso dei corpi e della mente e i pericoli insidiosi della seduzione come arma di potere. Anche l'arte, qualsiasi arte, come gentil esca ha soggiogato Artemisia e tante altre donne. Con questa esplorazione ci aiuta a guardare il problema da un punto di vista interno alla coppia e ad individuare possibili antidoti alla violenza: cure che la prevengano.

«La violenza esercitata nell'ambito familiare - commenta Simona Piazza, assessore alla cultura - all'interno della relazione amorosa può e deve essere prevenuta e sconfitta solo con un'educazione sentimentale che prepari al rispetto dell'altro nella relazione ed insegni a gestirne la complessità e la ricchezza».

Il progetto espositivo della mostra, che inaugura alle ore 18 di venerdì 3, è stato realizzato dallo Studio di Architettura Diennepierre di Lecco.

arte mi sia gentil esce mostra locandina-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Mostre 2020 a Lecco: il calendario integrale

    • dal 10 dicembre 2019 al 31 marzo 2021
    • Varie
  • Un’intensa mostra collettiva online nell’Era Covid

    • dal 22 novembre 2020 al 1 marzo 2021

I più visti

  • Mostre 2020 a Lecco: il calendario integrale

    • dal 10 dicembre 2019 al 31 marzo 2021
    • Varie
  • Capolavoro per Lecco

    • dal 5 dicembre 2020 al 6 aprile 2021
    • Palazzo delle Paure
  • Merateneo - Ciclo conferenze primavera 2021

    • Gratis
    • dal 19 febbraio al 14 maggio 2021
    • online
  • Corso di storia dell'arte "L'Ottocento italiano"

    • dal 11 febbraio al 6 maggio 2021
    • Zoom
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    LeccoToday è in caricamento