Cento volte "Vivere". Si festeggia alla Villa Reale di Monza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Cento numeri, dal 2005 ad oggi, per raccontare, mese dopo mese, persone, imprese, protagonisti, iniziative, tradizioni, progetti e tanto altro ancora. Insomma, per raccontare quello che dà a un territorio la sua identità. "Vivere" ha festeggiato questo traguardo facendo le cose in grande: la Villa Reale di Monza è stata al contempo scenario e protagonista della serata del 20 di aprile, dedicata al centesimo numero del periodico Monza, Como, Lecco e Brianza.

È stato un modo per far toccare con mano ai presenti quello che puntualmente viene raccontato sulle pagine della rivista: visita guidata agli Appartamenti Reali, seguita da un incontro al Belvedere, per finire col rinfresco nelle sale del ristorante Le Cucine di Villa Reale. Articolandosi tra i vari spazi della Reggia, la serata ha permesso a tutti di ammirare il frutto del restauro di una delle eminenze artistiche non solo della Brianza, ma del Paese.

L'incontro al Belvedere è stato l'occasione per far dialogare istituzioni, editore, direttore, giornalisti e un ospite di eccezione, Andrea Vitali. A fare da quinta, oltre al panorama mozzafiato del Parco che si intravvedeva dalle finestre, l'opera del pittore bellanese Giancarlo Vitali, "La Banda" (1995, Olio su cartone), che è stato infatti riprodotto sulla copertina del numero 100 delle rivista.

Tra i presenti Gigi Ponti (Presidente della Provincia di Monza e Brianza), Francesca Dell'Aquila e Carlo Abbà (rispettivamente Assessore alle Politiche culturali e di sostenibilità e Assessore alle attività produttive per il Comune di Monza), Simona Piazza (Assessore Promozione della cultura e delle politiche giovanili di Lecco). Sotto la conduzione di Irene Colombo è intervenuta anche Cristina Galbusera, vice Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, che per l'occasione non ha mancato di sottolineare il valore aggiunto che le aziende famigliari portano con sè, coinvolgendo così Paolo Bellavite, editore di "Vivere", al quale è infatti andata una targa di riconoscimento.

Dopo le istituzioni è stata la volta della redazione: un soddisfatto Michele Mauri, direttore della rivista, ha chiamato a raccolta i giornalisti storici che lo hanno accompagnato fin dall'inizio: Giovanna Canzi, Andrea Dusio, Silvia Nava, Rosella Redaelli (non presenti ma comunque vicine Clementina Coppini e Silvia Galeazzi). È stata l'occasione per ribadire una scelta editoriale portata avanti fin dal primo numero: non cronaca spicciola ma storie, di tutti i tipi, dai piccoli tesori ai protagonisti di punta, raccontare il territorio ma lanciare lo sguardo anche oltre, con un'impronta positiva e propositiva che ben si riassume nel nome della testata.

Andrea Vitali ha salutato il pubblico con piccolo, ma prezioso, omaggio: la lettura dal vivo dell’incipit del suo ultimo libro "Arie balcaniche", di prossima pubblicazione (che sarà realizzato proprio da Bellavite Nonsolocarta). Ha concluso con pragmatismo: "Poi il mio editore mi ha detto che se volete sapere come va a finire dovete comprarlo".

E pragmatico è stato anche il discorso dell'editore, Paolo Bellavite, che ha voluto ripercorrere la storia della sua famiglia, che da quattro generazioni coincide con quella della sua azienda, nata come tipografia nel 1906: una storia fieramente concreta, fatta di materiali, macchinari e lavoro di persone. "Non sono un editore puro" dice, perché sa che il cuore della sua impresa batte per la stampa, ma questo non gli ha impedito di intraprendere nuove strade in campo editoriale. "Con la cultura non si mangia" recita un vecchio adagio, ma è una sfida che val sempre la pena affrontare.

La serata è stata anche l'occasione per parlare di una causa nobile, come quella del dott. Roberto Mauri, intervenuto in chiusura, presidente della struttura SLAncio di Monza, nata per alleviare la sofferenza delle persone in stato vegetativo. Le volontarie dell'associazione hanno potuto descrivere al pubblico le loro attività e organizzare una raccolta di beneficenza.

L'evento si è concluso col rinfresco presso il ristorante Le Cucine di Villa Reale, situato al pian terreno della Reggia. Tra volte affrescate e arredi di design, gli ospiti hanno fatto onore a quanto preparato da marchi storici quali Carozzi Formaggi, Meregalli Vini, Marco D'Oggiono Prosciutti e Pasticceria Comi.

Evento realizzato da Bellavite Nonsolocarta in collaborazione con Mediauno srl, col sostegno di: Acel Service/ Artcenter/ Cab Polidiagnostico/ Casa Vinicola Caldirola/ Cam - Centro Analisi Monza/ Carozzi Formaggi/ Colorgraf/ Cordenons/ Doc Line/ F.lli Beretta Salumificio/ Gruppo Meregalli/ Heidelberg/ Le Cucine di Villa Reale/ Linea Duomo/ Lombarda Motori/ Marco d’Oggiono Prosciutti/ Mascheroni Store/ Mitsubishi/ Nespoli/ Oral design/ Parà/ Pasticceria Comi/ Penati Auto/ Polyedra/ Print Finishing Li.To.Ver/ Sacchi Elettroforniture/ Scatolificio Pirovano/ Sesana Assicurazioni/ Silea/ Sport Specialist/ Valli Arredobagno.

di Giulia Pirola

Torna su
LeccoToday è in caricamento