rotate-mobile
Eventi Alto e Basso Lago / Via Fontanedo, 33

Quel borgo sul Lago di Como che rivive la tradizione degli storici mulini

L'iniziativa dell'associazione Aiams "Villatico ed i suoi antichi molini, un legame di oltre 700 anni" in occasione delle Giornate europee

Colico rivive la tradizione e la suggestione dei mulini. Le Giornate europee dei Mulini storici Aiams fanno tappa infatti nel borgo di Villatico, sul ramo lecchese del Lago di Como. "Villatico e i suoi antichi molini, un legame di oltre 700 anni" è infatti il titolo dell'evento organizzato dall'Associazione Italiana Amici dei Mulini giunto alla sua dodicesima edizione sul territorio nazionale, pensato con l’obiettivo di fare conoscere al pubblico un patrimonio architettonico, tecnologico e culturale spesso dimenticato.

La proposta di un turismo educativo

"L’occasione - spiegano gli organizzatori - è importante anche per mutuare messaggi importanti e attuali quali la salvaguardia di edifici con valenza storica e architettonica, la proposta di un turismo educativo, la conoscenza e valorizzazione di siti ambientali spesso incontaminati e, non da ultimo, il rilancio di un’attività molitoria capace di trasformare in modo corretto i prodotti di un’agricoltura biologica in farine e prodotti utilizzabili per un’alimentazione sana. Naturalmente quando parliamo di mulini il discorso è allargato a tutti quegli opifici che utilizzano l’energia idraulica per il loro funzionamento. Quindi le segherie, i magli, i frantoi, le pile da riso, ed i mille modi di utilizzo della ruota idraulica".

Le Giornate europee dei mulini

In queste giornate, in tutta l’Italia ed anche in altre nazioni europee, molti proprietari di mulini si rendono disponibili ad aprire i loro edifici e ad accogliere il pubblico, illustrandone il funzionamento e le storie che ad essi sono collegate. L’intento è quindi quello di proporre ed illustrare ad un pubblico sempre più vasto questi nostri gioielli troppo spesso dimenticati a causa di stili di vita che privilegiano consumismo e tecnologia.

Molino Maufet, Molino Seregni e Molino Murgana

Sabato 18 e domenica 19 maggio si svolgeranno quindi le “Giornate dei Mulini”. Molino Maufet, Molino Seregni e Molino Murgana, apriranno nuovamente le loro porte a grandi e piccini nel borgo di Villatico insieme alla Chiesa di San Bernardino e al Museo della Cultura Contadina.

"Forse in pochi sono a conoscenza del fatto che lungo l’antica Roggia molinaria di Colico, a partire dalla fine del 1200 sorgeva un complesso di almeno 12 mulini quasi tutti allineati su di essa ed in grado di attingervi - raccontano gli organizzatori dell'evento di questo weekend - Una memoria storica importante che, a partire dal restauro del Molino Maufet iniziato circa 7 anni fa e divenuto nel 2021 Luogo del Cuore Fai, ha sollecitato e rianimato i ricordi di un borgo circondato da maestose montagne e permeato da un passato dalle radici antiche".

Una passeggiata nel tempo sulle tracce degli ultimi mulini idraulici

Quale migliore occasione dunque delle giornate europee dei mulini per riscoprire uno spaccato di novecento anni di storia.. la realtà artigianale e rurale di Villatico, frazione un tempo legata a doppio filo con i suoi torrenti e con lo sfruttamento sostenibile delle sue acque.

Una passeggiata a ritroso sulle tracce degli ultimi mulini idraulici, che di recente hanno trovato accoglienza e voglia di riscoperta fra i cittadini oltre ad una nuova prospettiva temporale. Un percorso di due chilometri lungo l’antica roggia molinaria suggerisce la presenza di questi manufatti che, dal Medioevo fino ad epoche più recenti furono le macchine più utilizzate nelle attività produttive di questo luogo. Per ulteriori informazioni visita i canali sociali dedicati, visita il sito www.molinomaufet.com o scrivi alla mail info@molinomaufet.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quel borgo sul Lago di Como che rivive la tradizione degli storici mulini

LeccoToday è in caricamento