rotate-mobile
Eventi

"Musica negli ospedali" anche al Manzoni

Torna la rassegna di 5 concerti dedicata ai pazienti del Dipartimento oncologico di Asst Lecco e aperti gratuitamente a tutta la cittadinanza

Torna anche quest’anno "Musica negli ospedali", la rassegna di 5 concerti in collaborazione con l’ospedale Manzoni dedicata ai pazienti del Dipartimento oncologico e aperta gratuitamente a tutta la cittadinanza. Il progetto, con la direzione artistica del maestro Rossella Spinosa, è promosso dall’Associazione Lombardia Musica in collaborazione con l’Asst di Lecco.

"È la terza edizione di questa importante rassegna musicale dal profondo risvolto sociale, volta ad un percorso di umanizzazione delle cure - spiegano i promotori - una manifestazione che fin dal primo anno ha riscosso grande interesse e partecipazione". L'iniziativa ha il patrocinio del Comune di Lecco e si avvale del contributo del fondo sostegno Arti dal vivo della Fondazione comunitaria del Lecchese, di Acinque e Lario Reti Holding insieme al contributo di Valassi Carlo srl, del partenariato del Rotary club Lecco Manzoni, nonché del patrocinio del distretto Rotary 2042.

Il direttore Trivelli: "Attribuiamo grande importanza all’umanizzazione delle cure"

"L’Asst di Lecco accoglie con favore, per il terzo anno, la rassegna Musica negli ospedali che ha riscosso molto successo nelle precedenti edizioni - dichiara Marco Trivelli, direttore generale di Asst Lecco - Musica negli ospedali celebra il concetto di cura che deve essere cuore pulsante dell’agire di noi tutti. La nostra azienda attribuisce grande importanza all’ umanizzazione delle cure e per questo desidero esprimere un sentito ringraziamento a tutti i partner che hanno contribuito in vari modi alla realizzazione di questo progetto ed in particolare al Presidente del Rotary Manzoni di Lecco, Erik Lucini, e il Maestro Rossella Spinosa che hanno condiviso con noi lo spirito dell’iniziativa".

L’iniziativa nasce inoltre in collaborazione con il circuito "Donatori in musica". Come nelle intenzioni di Gianandrea Ludovici, l’esperienza emotiva ed umana dell’ascolto della musica dal vivo è un diritto di tutti, e in particolare di chi si trova ad affrontare situazioni critiche.

I concerti sono rivolti anche ai familiari dei malati

“La rassegna - afferma Antonio Ardizzoia, direttore Dipartimento Area oncologica Asst Lecco - è rivolta alle persone che affrontano un percorso di cura delle malattie oncologiche, evidenziando l’importanza del prendersi cura dei pazienti in modo olistico e non solo per gli aspetti clinici. La musica facilita sicuramente una migliore accettazione del percorso di cura. Mi preme ricordare che i concerti sono rivolti altresì ai familiari dei malati, a coloro che sono guariti e alla cittadinanza tutta". L’iniziativa vedrà protagonista l’orchestra di Bellagio e del lago di Como e prenderà il via mercoledì 28 febbraio alle ore 18.30 nell’aula magna del Manzoni, concludendosi poi sabato 13 aprile alla Canottieri di Lecco.

Cos'è la mostra Brainart allestita all'ospedale di Lecco

"Si tratta di un'iniziativa importante, realizzata con la direzione artistica di Rossella Spinosa e grazie alla collaborazione di numerosi enti e istituzioni del territorio, tra cui il Comune di Lecco - sottolinea Simona Piazza, vicesindaco e assessore alla cultura - La musica, portata negli ospedali per i pazienti, offre momenti di svago e sollievo da quella che è la situazione di degenza, nel solco di quella funzione sociale che la cultura è in grado di avere e delle caratteristiche che rendono la musica un elemento di bellezza e di gioia per chi la ascolta".

La direzione artistica di Rossella Spinosa

Il concerto inaugurale, intitolato "I più divertenti corti di Charlot", è dedicato ai cortometraggi di e con Charlie Chaplin e Mabel Normand, nella regia di Mabel Normand e Charlie Chaplin, riproposti con le musiche originali di Rossella Spinosa, tra le più affermate compositrici per il cinema muto a livello internazionale, eseguite dal vivo dall’Orchestra di Bellagio e del Lago di Como diretta da Alessandro Calcagnile. 

"Musica negli ospedali - commenta Rossella Spinosa - torna per la terza edizione in ospedale: la musica diventa modalità di relazione, trasmissione di emozione, cura dell'animo. L'adesione a Donatori di Musica rende tutti noi musicisti mezzi di questa relazione speciale, in un obiettivo di unione profonda con i malati, ma non solo. È un progetto speciale, per i destinatari di questa iniziativa ma anche per i musicisti che ne fanno parte e l'Orchestra di Bellagio e del Lago di Como, che da sempre ama le sfide, non esita nel mettersi a disposizione di questo obiettivo, con la gioia di sempre".

La proposta musicale

All’evento di apertura della rassegna seguono, sempre presso l’aula magna de Manzoni, i concerti Violetta e Cho-Cho-San, un tuffo nel fascinoso mondo dell’opera con una selezione dalle opere di Verdi e Puccini (mercoledì 13 marzo, ore 18.30), lo Stabat Mater di Luigi Boccherini con il repertorio sacro in vista della Pasqua (mercoledì 27 marzo, ore 18.30), Con le donne a tu per tu, omaggio al brillante e sempre coinvolgente mondo dell’operetta (mercoledì 10 aprile, ore 18.30). Conclude la rassegna un evento alla società Canottieri di Lecco, sabato 13 aprile alle 18.30, con il concerto per le famiglie "Le canzoni delle Principesse Disney", un percorso musicale sulla scia di indimenticabili creature cinematografiche.

"Musica negli ospedali - conclude Erik Lucini, presidente Rotary Club Lecco Manzoni - rappresenta l'espressione di quel che il Rotary persegue quotidianamente: essere al servizio dei più deboli, creare interrelazioni, socializzare generando fruizione culturale. È per questa ragione che sosteniamo il progetto nato al Manzoni tre anni fa e che vede l'adesione non solo del dipartimento di oncologia, ma anche della cittadinanza tutta. È un modo per noi per condividere in modo espanso il nostro modo di essere e vivere". Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero sino ad esaurimento posti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Musica negli ospedali" anche al Manzoni

LeccoToday è in caricamento