menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orticolario 2014: "Per un giardino evoluto"

La manifestazione che si terrà a Villa Erba a Cernobbio dal 3 al 5 ottobre vedrà la presenza di alcuni espositori delle province di Lecco e di Sondrio

Alla kermesse che si occupa di tutto quello che gravita attorno al mondo del giardino parteciperanno l’Associazione Tartufai Lariani di Abbadia Lariana (Lc) che farà promozione al tartufo del Lario con degustazione dell’aperitivo al tartufo e dimostrazioni di ricerca del pregiato tubero (saranno presenti solo domenica 5 ottobre), la ditta Isella Mario di Annone Brianza (Lc) (www.isellagolfcars.com), che si occupa di vendita, assistenza e noleggio di golf car, l’Oasi di Galbusera Bianca di Rovagnate (Lc) (www.oasigalbuserabianca.it), con le sue antiche varietà di frutta e di ortaggi, sorbetti, marmellate e conserve, il consorzio Terre Lariane di Montevecchia (Lc) (www.terrelariane.it), con la produzione di vino del territorio, Turchi Francesca di Civate (Lc) (www.xdesign.it), specializzata in progettazione di aree verdi , La Chicca di Tresivio (So) (www.agricolachicca.it), che propone la produzione piccoli frutti, le bacche di Goyi, le piante perenni alpine, i mirtilli siberiani, le piante insolite e le clematis e il Giardino alpino Valcava-Madesimo di Madesimo (So) (www.madesimo.eu), che espone i cesti di segale e lino e le patate di Starleggia.

Il senso conduttore di questa edizione sarà l’olfatto: Orticolario 2014 accompagnerà i visitatori all’interno di questo senso che nella natura trova ampia espressione. Annusare Sentire Odorare Percepire. Dalle gradazioni tenui, lievi e leggere, a quelle penetranti, robuste, aspre e acute... L’odore ci guida, in un istante, al cuore delle cose, nell’intimità delle altre persone e nei rifugi, spesso inconfessati, del nostro vissuto. 
Orticolario farà vivere ai visitatori un viaggio nella percezione di aromi e fragranze nell’aria e tra le essenze, nell’evocazione di atmosfere, momenti e ricordi che prenderanno corpo liberando il più antico e primordiale tra i sensi.

Il fiore protagonista del 2014 sarà l’Aster, la “stella” del giardino. Il genere, costituito da più di 250 specie, si trova allo stato spontaneo in tre continenti, dall’Eurasia al Nord America.
Il nome del genere Aster deriva dal greco antico e significa “fiore a stella”. L'astro ha decorato le case e i giardini dei nostri predecessori per secoli. Fu introdotto da Linneo nel 1735, ma tale denominazione era conosciuta fin dall'antichità. Infatti la sua origine risale ad almeno 4.000 anni.

In Italia è spesso conosciuto come “Settembrino” perché la fioritura delle specie più popolari avviene appunto in settembre e in autunno poiché molte specie sono “a giorno corto”, vale a dire che vanno in induzione fiorale, come nel crisantemo, con l’accorciamento del giorno.

Nel significato dei fiori l’Aster è simbolo di luce, amore, delicatezza, contentezza e imprevedibilità, ma anche insicurezza nel rapporto d’amore. Per i cinesi significa fedeltà. Nei tempi antichi si credeva che il profumo delle foglie ardenti degli astri allontanasse i serpenti maligni. Questa è forse la ragione della presenza dell’Aster in tanti giardini. Un altro significato riguarda la loro nascita avvenuta quando la dea greca Astrea, guardando la terra e disgustata dal degrado morale del genere umano, pianse; quindi sono considerati come simbolo d’amore con poteri mistici. Gli astri sono stati anche posti sulle tombe dei soldati francesi a significare che gli eventi avrebbero potuto svolgersi diversamente. Un’altra curiosità: il suo nome è uguale in moltissime lingue del mondo, ad esempio inglese, svedese, spagnolo, italiano, olandese, francese… 

La scheda completa sull’Aster è disponibile sul sito di Orticolario a questo link: www.orticolario.it/lib/File/AsterSchedaOrticolario.pdf

Nel cuore del Padiglione Centrale di Villa Erba verrà allestito “Empathy Garden”, a cura di Federico Giacomarra, evoluzione del progetto St Horto esposto al MoMA di New York e vincitore di diversi premi: orti/giardini come momento di pausa ed espressione creativa, che attraverso la tecnologia e la musica possono creare un'atmosfera di rinnovamento all'interno del paesaggio urbano... Tutto all'interno di “Empathy Garden” comunica attraverso la musica: una stazione metereologica, le condizioni fisiologiche di piante e persone che, mediante l'uso di semplici tecnologie interattive, genereranno suoni. Un vero e proprio spazio multi-sensoriale: è solo attraverso lo sviluppo di un forte legame empatico che possiamo ritrovarci e sentirci in equilibrio con la natura...

Speciale attrazione di questa edizione saranno i 13 Giardini creativi selezionati attraverso un concorso internazionale, promosso da Orticolario in collaborazione con A.I.A.P.P. e con la media partnership dell'Editore Paysage, armoniosamente inseriti nel Parco di Villa Erba. Si tratterà di spazi originali, vivibili e fruibili, nei quali saranno collocate anche sedute “meditative”. Un modo diverso, artistico e professionale di concepire giardini e spazi verdi, con una particolare attenzione al “Genius loci” di Villa Erba.

La novità di questa edizione di Orticolario sarà… fuori dai confini di Villa Erba! Dal 26 settembre al 5 ottobre, infatti, Orticolario porterà suggestioni e idee creative per il paesaggio urbano anche a Como e in riva a Cernobbio, con la realizzazione di 5 installazioni di giardini.

Queste sono solo alcune iniziative legate all’edizione di Orticolario 2014:  tutto il programma può essere visualizzato sul sito www.orticolario.it.

Ricordiamo che da sempre  Orticolario ha dedicato una speciale attenzione alla solidarietà. Anche in questa sesta edizione i contributi raccolti nel corso della manifestazione saranno destinati a finalità benefiche a favore di specifiche associazioni del territorio che si occupano di persone disagiate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento