rotate-mobile
Torna in presenza / Centro storico / Piazza Giuseppe Garibaldi, 4

Leggermente torna in presenza con ‘La sfida della parola’. Premiata la Primaria di Pasturo

Forte il legame con il Festival della Lingua Italiana della Treccani. Premiata la 4^ della Scuola Primaria "A. Orlandi" di Pasturo, vincitrice del concorso “A ognuno la sua fiaba”

Edizione numero tredici per Leggermente. La rassegna di promozione della lettura organizzata da Assocultura Confcommercio Lecco, dedicata a ‘La sfida della parola’, torna a svolgersi in presenza dopo la conclusione dello stato di emergenza legato alla pandemia di Covid-19. Edizione speciale, dedicata alle parole e intersecata con il Festival della Lingua Italiana organizzato da Comune di Lecco e Fondazione Treccani Cultura. Tanti eventi in programma dal 30 aprile all'8 maggio con dei pezzi da novanta della nostra letterattura, con tanto di programma dedicato alle scuole

Presentazione Leggermente 2022 ©BONACINA/LECCOTODAY

Ecco Leggermente 2022, ‘La sfida della parola’

Aperta della presentazione affidata alla lettura di Lodovica Cima, autrice nostrana, che ha recitato dei passi tratti da una delle sue ultime fatiche letterarie. Antonio Peccati, presidente di Assocultura Confcommercio Lecco, ha poi fatto gli onori di casa: “Oltre 9mila studenti si sono iscritti ai nostri eventi. In una società che tende a semplificare la comunicazione o a crearne altri estremi complessi, ridiamo valore alla potenza delle parole promuovendo la lettura per tutte le fasce d’età, in particolar modo per gli alunni”.

Simona Piazza, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Lecco, ha spiegato che “la promozione della lettura è al centro di percorsi di consapevolezza e non a caso abbiamo iniziato una collaborazione con Fondazione Treccani Cultura. I due festival s’intersecheranno per ragionare sull’uso consapevole della parola”.

Giuseppe Borgonovo, presidente di Acel Energie, rappresenta il confermato main sponsor dell'apprezzata manifestazione: “Questa rassegna mi ha sempre entusiasmato, anche quando non ricoprivo questa carica. Il grazie, prima parola che spendo, va anche a presidi e insegnanti, che hanno dimostrato la capacità di saper partecipare a un evento importante. La seconda parola che uso è amicizia: essere sponsor principale di questa iniziativa rappresenta la vicinanza concreta. Infine, l’utilità: insegniamo alle future generazioni l’importanza dell’amarsi, oggi e in futuro”. Natale Castagna, patron dell'azienda lecchese Novatex, rappresenta uno dei partner storici: “Parlando con i ragazzi possiamo imparare, il nostro obiettivo è quello di passare a voi giovani il comando per continuare a far crescere il territorio”.

Il Comitato Scientifico è rappresentato da Alma Gattinoni: “Partiamo dalla locandina, che presenta un lungo fiume di libri che travolgono un ragazzo; forse il festival gli darà modo di divincolarsi in mezzo a questo fiume di libri. Credo molto nella parola serendipity, ovvero nel trovare qualcosa che non si stava cercando. Le parole possono anche essere distruttive, per questo verrà mostrato un manuale di resistenza contro quelle che feriscono”. Non solo. “Ci sono anche parole nate da scrittori del ‘22 e misureremo la tenuta di questi personaggi partendo dal monumentale Pasolini”.

La dottoressa Laura Baroffio è Referente Comunicazione Interna e Qualità della vita dell'associazione ‘La Nostra Famiglia’: “la parola per noi è uno strumento fondamentale per entrare in relazione con gli altri. In questa locandina vediamo un ragazzo che vola: le parole iniziali e finali di un libro non sono un confine, aprono all’immaginazione e alla fantasia, sono un inizio molto più ampio”. Realizzato il video ‘Anime d’inchiostro’ con la partecipazione di Elisa ed Elisabetta, bambine dell’Istituto per le quali la parola è una sfida “per immaginare e fare quello che a prima vista sembrerebbe impossibile”. Il tema di fondo è quello di “rincominciare attraverso la parola”.

Presente in sala anche Norina Kajiyama, studentessa dalla 5^ del Liceo Artistico ‘Medardo Rosso’ di Lecco che ha realizzato la grafica. Al suo fianco il professor Mario Carzaniga: “La sfida è stata quella di riuscire a esprimere le parole attraverso un disegno, in modo comprensibile sia ai bambini che agli adulti”, ha spiegato la giovane studentessa: “Questo lavoro sembra volare sul foglio, che fa capire come Norina sia stata sempre presente nel recepire le mie richieste”, il pensiero del professore che ha poi parlato brevemente dell'iniziativa ‘Lecco in Acquerello’ insieme a Cristina Pelomori.

Locandina Leggermente 2022-2

La fiaba della scuola ‘Orlandi’ di Pasturo

Mariangela Tentori, presidente Gruppo Terziario Donna, ha spiegato che sono state “sfruttate le competenze di Sabina Melesi, della sua Galleria e dello scultore concettuale tedesco Ottmar Horl per far capire che la parola può essere anche guardata. Con un semplice segno si possono dire tante cose” e si potrà capire attraverso alla mostra realizzata ad hoc per Leggermente.

Conclusione affidata alla premiazione della 4^ della Scuola Primaria ‘Orlandi’ di Pasturo che ha vinto il contest ‘A ognuno la sua fiaba’, che ha visto la partecipazione di 17 classi: agli studenti sono stati consegnati dei libri, dopodichè è stata letta la fiaba ‘Gelato, gelato e ancora gelato’ scritta da loro.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leggermente torna in presenza con ‘La sfida della parola’. Premiata la Primaria di Pasturo

LeccoToday è in caricamento