menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valorizzazione turistica del territorio: il Gir de la lumaga ha centrato l'obiettivo

Grande successo per la seconda edizione del percorso enogastronomico che si è tenuto ieri lungo le sponde del lago del Segrino

Boom di presenze per il Gir de la Lumaga che, nella giornata di domenica 7 settembre, ha confermato il gradimento registrato nella precedente edizione. Moltissime famiglie e giovani hanno potuto degustare le prelibatezze offerte dai tredici operatori e produttori protagonisti del percorso enogastronomico.

Per la provincia di Lecco erano presenti tre espositori: "Trübes Bier" di Introbio, e "La cantina del prufesur" e l'azienda agricola Maggioni Francesco, entrambi di Montevecchia.

"Tradizione Tedesca e passione Italiana è scritto su ogni nostra bottiglia, perché questa é la nostra essenza": questa è la filosofia di Trübes Bier, birrificio valsassinese presente con uno stand alla manifestazione di ieri. Infatti tutto é nato da due fratelli italiani, un mastro birraio Bavarese e la voglia di fare qualcosa di nuovo. (www.trubesbier.com).

Altra storia quella de "La cantina del prufesur": nel lontano 1913, il professor Giovan Battista Cattaneo, cultore di cose belle, più per amor del gusto che per amor di lucro, diede vita alla prima ed unica casa vinicola di Montevecchia, incentivando il ripristino e la ripiantumazione delle viti sui terrazzi esposti a mezzogiorno. (www.lacantinadelprufesur.com).

L'azienda agricola Maggioni Francesco nasce nel 1996 come impresa florovivaistica e, graziata da una collocazione geografica ottimale proprio ai piedi della collina di Montevecchia, nel 2005 inizia la coltivazione delle viti in un’area ai piedi del Santuario della Beata Vergine di Montevecchia. (www.cantinemaggioni.com).
 
Grande la soddisfazione di Roberto Vignarca, Presidente del Parco Lago Segrino, per la riuscita della manifestazione: “Il Gir de la lumaga riconferma la validità del nostro progetto di valorizzazione del turismo locale – ha dichiarato – la vicinanza delle istituzioni e delle associazioni locali, la sentita partecipazione del pubblico del nostro territorio e di quello proveniente da altre province lombarde sono indice di gradimento concreto della manifestazione”. 

Al termine del percorso enogastronomico presso la struttura del Parco - Lido Aquilegia, si è tenuta la cerimonia conclusiva che ha visto un grande pubblico di famiglie alla consegna del Piatto D’oro. La Trattoria Al Glicine di Erba e C’era una torta di Seregno sono le due strutture che si sono aggiudicate, attraverso la votazione dei partecipanti, il riconoscimento simbolico, rispettivamente come miglior ristoratore e produttore. A fare da contorno alla premiazione la rappresentazione de “I contadini della Brianza” giunti per l’occasione con l’obiettivo di dare valore al passato del territorio, rivendicandone usanze, costumi e tradizioni ancora vive.

“Il risultato di questa seconda edizione – conclude Vignarca – permette di guardare al futuro con grande entusiasmo nell’ottica di un prossimo ampliamento fatto di sinergia e concretezza in vista di Expo2015”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento