Lavorare come sarto: formazione, stipendio e opportunità lavorativa

Lavorare come sarto oggi, ha i suoi vantaggi, in quanto porta soddisfazioni personali ed economiche, ma nonostante ciò, i giovani sono sempre meno interessati a questo tipo di mestiere. Vediamo quali sono le strade da seguire per lavorare come sarto

Diventare sarto è oggi un’opportunità unica e ben retribuita, soprattutto se si ha una buona formazione per creare abiti di classe. Il sarto è presente nelle città e nei paesi da sempre, è un artigiano che riesce a realizzare un abito, in tutti i suoi passaggi. Quello del sarto è un mestiere antico, mai scomparso, che richiede precisione e attenzione in tutte le sue fasi. Si possono creare abiti su misura o per il mercato dell’ingrosso,  il lavoro si può svolgere sia in una bottega, sia all’interno di fabbriche con macchinari che aiutano nello sviluppo del prodotto. 

Lavorare come sarto oggi, ha i suoi vantaggi, in quanto porta soddisfazioni personali ed economiche, ma nonostante ciò, i giovani sono ancora piuttosto distanti da questa professione. I giovani infatti, sono sempre meno interessati al mestiere del sarto, ma le aziende che ricercano figure professionali del mestiere sono sempre più.

A questo proposito, ricordiamo che nonostante il mestiere del sarto non sia così appetibile nel nostro paese, la creatività sartoriale italiana è ammirata ed elogiata in tutto il mondo. 

Come si diventa sarto?

Per svolgere al meglio questa professione, occorre seguire dei corsi di formazione o corsi di addestramento dove insegnano le tecniche della sartoria. La formazione infatti, è molto importante, poiché è necessario conoscere le diverse tecniche che solo un vero maestro può insegnare. 

L'Istituto Professionale di Stato per l'industria e l'artigianato per esempio, fornisce la qualifica triennale di operatore della moda. La figura più ricercata in questo ambito infatti, è quella dello stilista che si occupa di diverse attività. Ma non bisogna dimenticare che la figura del sarto è necessaria e ben retribuita a tutti i livelli.

La strada per diventare sarti comprende diverse vie, si può partire infatti da un'Accademia di taglio e cucito per poi scegliere il proprio destino. Si può decidere di aprire una bottega, lavorare presso un'azienda di moda, oppure lavorare come dipendente. Per potersi specializzare, esistono diversi corsi e accademie di modellistica e sartoria, come gli Istituti IPSIA, che consentono di accedere ad un corso triennale al termine del quale si ottiene la qualifica di operatore della moda. Ovviamente, per poter aspirare a posizioni più remunerative, legate al mondo della moda, sarà necessario studiare e fare molta strada. 

Quanto guadagna un sarto?

A seconda della sua abilità e della strada che ha scelto, un sarto può guadagnare molti soldi. Bisogna considerare però, che avviare questo genere di attività non è certo facile, e almeno all'inizio ci si dovrà accontentare guadagnando cifre che non superano i 200 euro mensili. I frutti di passione e sacrificio, emergeranno poi con l'esperienza e con il passare del tempo. Infatti un sarto, può arrivare a guadagnare in media 34.200 euro all'anno. Stipendi che possono arrivare anche a 48.000 o 50.000 euro. Tutto ciò dipende chiaramente dalla fama conquistata dal sarto. 

Va poi detto che il guadagno cambia anche in base alle tempistiche, chi si occupa solo di aggiusti sartoriali sa che la remunerazione è immediata, ma dipenderà anche dal numero di clienti e dalla rapidità nel lavorare. Chi invece si occupa solo di confezionamento, sa che i guadagni potrebbero arrivare dopo, ma che saranno anche più cospicui.

Corsi per diventare sarto 

Corso sartoria di base 

Corsi di taglio e cucito a Lecco 

Taglio e Cucito Lecco 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
LeccoToday è in caricamento