Cercare lavoro al tempo del Covid: ecco alcuni consigli

La pandemia e le misure restrittive, hanno reso ancor più complicata la ricerca di un'occupazione: ecco una piccola guida di suggerimenti per rendere appetibile il vostro profilo e scovare la giusta opportunità di lavoro

È stato e continua ad essere un anno problematico per chi vuole cercare un impiego, e tanti a causa della pandemia da Covid-19 hanno perso il proprio posto di lavoro.

Sembra paradossale, ma anche la ricerca di un lavoro attualmente, è diventata ormai un vero e proprio lavoro. Scovare l'offerta giusta, scrivere il cv, presentarsi e sostenere un colloquio, sono tutte operazioni che richiedono impegno e costante aggiornamento, ma con i consigli giusti e una buona tecnica tutto è fattibile.

In questo contesto, LinkedIn, per aiutare tutti i suoi membri ad affrontare al meglio le sfide dell’attuale mercato del lavoro, ha creato una lista di suggerimenti utili nella ricerca di una nuova opportunità professionale.

1- Fare leva sul proprio network di contatti: la propria rete è un buon punto di partenza per aiutarci a trovare un nuovo lavoro e può essere un'ottima risorsa per consigli e supporto. Anche solo 50 connessioni possono fare una grande differenza. Si può iniziare aggiungendo le persone che conosciamo nel quotidiano, come la famiglia, gli amici e i colleghi. È infatti possibile che un amico sia collegato a qualcuno che lavora per un'azienda che sta assumendo.

2- Richiedere una referenza: i candidati ad una posizione su LinkedIn hanno quasi fino a 4 volte in più la probabilità di ottenere un lavoro presso un'azienda nella quale hanno contatti. Quando ci si rivolge al proprio network di contatti, è utile ricordare loro perché li si conosce e perché pensiamo di essere adatti per la posizione alla quale ci siamo candidati.

3- Impostare gli avvisi di lavoro (job alerts): è utile sapere che il team di LinkedIn News tiene traccia delle aziende italiane che stanno assumendo per più di 50 ruoli. È utile esplorare la pagina Offerte di lavoro e fare ricerche in base a criteri specifici, come ad esempio titolo professionale, posizione, lavoro da remoto, settore o azienda. Si possono impostare anche avvisi per ricevere notifiche su nuove offerte di lavoro quando una nuova posizione disponibile corrisponde ai propri criteri di ricerca, in modo da poter essere i primi a candidarsi.

4- Il vostro miglior profilo. Assicuratevi che il vostro profilo social o sui siti specializzati metta in evidenza formazione, risultati, competenze e obiettivi. Pubblicate una foto semplice e riconoscibile e compilate bene ogni sezione del profilo; i recruiter infatti, leggono in primis il sommario del profilo, descrizioni brevi ma che caratterizzano la vostra professione. Accertatevi che sia sempre aggiornato e chiaro, con l'ultima posizione ricoperta, l'elenco delle competenze.

5- Aggiornatevi e informatevi. Siate curiosi e investite costantemente nella vostra crescita personale, non solo a livello professionale ma ance approfondendo tematiche più generiche che possono collegarsi al vostro ambito lavorativo. Un ultimo consiglio: occhio ai vostri profili social! Si, perchè ormai i recuiter oltre che leggere i CV vanno sempre a controllare FB o Instagram, quindi attenti all'immagine che danno di voi e quindi a cosa pubblicate.

Ricordiamo che i ruoli più richiesti dai datori di lavoro italiani oggi sono: 1) Software Engineer, 2) Frontend Developer, 3) Addetto alle vendite, 4) Fullstack Engineer, 5) System Engineer. Le 5 competenze che hanno registrato la crescita più rapida a livello globale dall'inizio della pandemia da Covid-19 sono: 1) Digital Marketing, 2) Data analysis, 3) Programmazione, 4) Financial Forecasting, 5) Agile project management.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come scrivere un curriculum a prova di recruiter

Torna su
LeccoToday è in caricamento