Domenica, 14 Luglio 2024
Green

È nata la prima Comunità energetica rinnovabile e solidale di Lecco

In cosa consiste la nuova realtà appena costituita

Nasce ufficialmente la prima Comunità energetica rinnovabile e solidale di Lecco. Nel pomeriggio di martedì 18 giugno, il Comune di Lecco, Fondazione comunitaria del Lecchese, Fondazione Enrico Scola, Casa Maria Ausiliatrice delle Salesiane di Don Bosco, Cisl Monza Brianza Lecco, Cgil Lecco, Legambiente Lecco onlus, Invernizzi Presse Srl, Consorzio Consolida, L’Arcobaleno società cooperativa, Auser Leucum, Anteas Lecco, Cooperativa di consumo La Popolare e il Crams hanno sottoscritto la costituzione dell'associazione riconosciuta, che verrà iscritta del registro unico nazionale del terzo settore e che di fatto rende la Cers lecchese una realtà, aperta a nuove adesioni degli enti del territorio.

La Comunità energetica rinnovabile e solidale di Lecco è una forma di scambio energetico tra enti che producono e consumano energia nella stessa area geografica. L’obiettivo è la riduzione del trasporto dell’energia su lunghe distanze, nonché la produzione di energia attraverso fonti rinnovabili, promuovendo una forma di comunità che sappia dare nuove risposte alla povertà energetica ed educare ad abitudini di consumo virtuose. Gran parte degli incentivi prodotti dalla Cers di Lecco saranno destinati ad un Fondo di comunità, costituito presso la Fondazione Comunitaria, e saranno impiegati per sostenere progettualità locali a finalità sociale o ambientale. 

L’obiettivo della Cers? Generare benefici ambientali, economici e sociali

La Cers di Lecco nasce dunque con l’obiettivo di generare benefici ambientali, economici e sociali per i suoi membri e per la comunità dove si inserisce, producendo, accumulando e condividere l’energia elettrica rinnovabile, organizzandone la condivisione, accedendo a tutti i mercati dell’energia elettrica, direttamente o mediante aggregazione, e fornendo servizi di efficienza energetica o servizi energetici ed erogare a titolo gratuito denaro a sostegno di specifici progetti coerenti ai propri scopi.

Renata Zuffi: "Un'alleanza importante che parte dal basso"

"Nel 2022, quando questa amministrazione ha deciso di coordinare e promuovere sul suo territorio una Comunità energetica sostenibile, la scelta aveva il sapore delle sfide impossibili, anche se mosse da istanze importanti, come quelle della transizione ecologica in atto - commenta l’assessore all’ambiente del comune di Lecco, Renata Zuffi - Oggi possiamo dire con orgoglio che la Comunità energetica rinnovabile e sostenibile lecchese è un modello condiviso e costruito attraverso un’alleanza che parte dal basso, espressione della ricchezza identitaria del nostro territorio. Insieme agli aderenti e firmatari della Cers, abbiamo saputo mettere al centro gli interessi collettivi, le fragilità territoriali per farcene carico in modo condiviso e duraturo".

"Ma soprattutto - aggiunge Zuffi - a partire da un comune contesto ambientale e socioeconomico, abbiamo creato processi di partecipazione e innovazione sociale capaci di innescare un profondo cambiamento rispetto i temi energetici, nell’ottica di una maggior giustizia ambientale e sociale. In questa fase iniziale, inoltre, il Comune di Lecco resterà a fianco dell'associazione, garantendo consulenze tecniche, legali e commerciali". Lo statuto dell’associazione sarà disponibile sul sito istituzionale del Comune di Lecco. Per avere maggiori informazioni è possibile scrivere a cers@comune.lecco.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È nata la prima Comunità energetica rinnovabile e solidale di Lecco
LeccoToday è in caricamento