menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La pista ciclabile di Via Vanoni è pericolosa

Troppe stradine laterali e punti di immissione

La pista ciclabile di Via Vanoni è troppo rischiosa e i ciclisti fanno sentire la loro voce non solo per protestare ma per indicare all'Amministrazione quali sono i punti dove intervenire, ad iniziare dalle stradine laterali e dai punti di immissione delle auto che troppo spesso vanno ad incrociare la pista.

«Questa ciclabile - dicono i cittadini - è davvero pericolosa per i ciclisti perché ci sono oltre 30 punti di immissione delle auto, non sempre con visibilità adeguata per i conducenti, ma anche degli stessi ciclisti che solo all’ultimo momento si avvedono della presenza di un’auto in uscita. Inoltre, all’uscita della stradina Enel a complicare la visibilità c’è addirittura una siepe».

L’appello è stato accolto dall’amministrazione comunale che sta valutando se e dove sono possibili interventi come quelli relizzati per chi, proprio in una stradina laterale di via Vanoni ha un’attività ed è quindi “costretto” a immettersi ogni giorno sulla via “tagliando” la pista ciclabile: «L’uscita dalla mia azienda - spiega il titolare - è stata studiata dai tecnici comunali e addirittura per renderla sicura sono state effettuate due modifiche al progetto originario».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento