Analisi sulle acque del lago: tutte le spiagge del Lecchese sono balneabili

Le analisi di Ats Brianza: tuffi e bagni consentiti ovunque. La Malpensata di Lecco non agibile per motivi di sicurezza infrastrutturale

Il Lido di Dervio Santa Cecilia

Sono tutte balneabili le spiagge del territorio lecchese: è incoraggiante il riscontro delle analisi fornite da Ats Brianza in merito ai campionamenti delle acque. Nell'ultimo rilevamento tre località non avevano raggiunto gli standard di balneabilità, mentre a oggi la situazione, forse a causa del clima più stabile nelle ultime due settimane, è migliorata.

Resta il divieto, ma per motivi di sicurezza, in vigore alla Malpensata a Lecco.

In base agli esiti analitici dei campionamenti effettuati il 22 e 23 giugno 2020 si esprimono i seguenti giudizi ai fini della balneazione:

COMUNE

LOCALITA'

IDONEITA’ ALLA BALNEAZIONE

Abbadia Lariana

Campeggio

BALNEABILE

Abbadia Lariana

Lido Lariano

BALNEABILE

Bellano

Lido di Puncia

BALNEABILE

Bellano

Spiaggia di Oro

BALNEABILE

Colico

Inganna – LC 53

BALNEABILE

Colico

Lido di Colico

BALNEABILE

Colico

Laghetto Piona

BALNEABILE

Dervio

Campeggio Europa

BALNEABILE

Dorio

Riva del Cantone

BALNEABILE

Dorio

Rivetta

BALNEABILE

Lecco

Località Pradello

BALNEABILE

Lecco

Malpensata

TEMPORANEAMENTE VIETATA PER ALTRI MOTIVI

(non accessibile per motivi di sicurezza)

Lecco

Canottieri

BALNEABILE

Lecco

Rivabella

BALNEABILE

Lierna

Riva Bianca

BALNEABILE

Mandello del Lario

Olcio – LC 18

BALNEABILE

Mandello del Lario

Camping Mandello

BALNEABILE

Mandello del Lario

Lido di Mandello

BALNEABILE

Mandello del Lario

Camping Nautilus

BALNEABILE

Oliveto Lario

Spiaggia di Onno

BALNEABILE

Oliveto Lario

Vassena

BALNEABILE

Oliveto Lario

Frazione Limonta

BALNEABILE

Perledo

Riva Gittana

BALNEABILE

Pescate

La Punta

BALNEABILE

Inoltre, data l’estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale (cianobatteri) in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, si ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi.

È comunque buona norma, a tutela della salute, adottare i seguenti comportamenti:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione;
  • fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa;
  • sostituire il costume dopo il bagno.

Si sottolinea che il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e/o disturbi gastrointestinali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento