Documenti utili per andare in pensione a Lecco

Ecco come fare per richiederla, a chi rivolgersi e come compilare la domanda

La pensione è il sussidio offerto dallo Stato a tutti i lavoratori che hanno versato i contributi per almeno 20 anni. Vi sono diverse tipologie di pensione, quella di anzianità, di vecchiaia, di inabilità e reversibilità.

Per richiedere la pensione di anzianità, corrisposta dagli enti pubblici al raggiungimento del requisito di anzianità contributiva, è necessario fare un'apposita domanda e presentare una fitta documentazione. 

La pensione di anzianità, nell'ordinamento italiano, è una delle prestazioni previdenziali garantite ai sensi dell'art. 38 della Costituzione ai lavoratori. Si tratta di un servizio pubblico assistenziale fornito dallo Stato attraverso enti pubblici o istituti come l'Inps o le casse professionali  ai quali per legge è obbligatoria l'iscrizione e la contribuzione.

Ecco alcune informazioni utili.

Come andare in pensione

Per andare in pensione nella maggior parte dei casi, è necessario soddisfare due requisiti: uno anagrafico (età del lavoratore) e uno contributivo (anni di lavoro).

Secondo l’INPS infatti, l’età pensionabile è pari a 66 anni e 7 mesi sia per gli uomini che per le donne. Per la pensione di vecchiaia sono richiesti 20 anni di contributi. In alternativa c’è la pensione anticipata, alla quale potete accedere indipendentemente dall’età anagrafica, al raggiungimento di 42 anni e 10 mesi (se uomini) o 41 anni e 10 mesi (se donne).

C’è poi una forma ridotta di pensione anticipata alla quale possono accedere i lavoratori precoci, coloro che avendo iniziato a lavorare da quando erano molto giovani hanno maturato 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni d’età. 

Ci sono poi due forme di pensione di tipo contributivo, per coloro che hanno cominciato a maturare contributi dopo il 1° gennaio 1996: la oensione di vecchiaia contributiva, per la quale è richiesta un’età anagrafica di 70 anni e 7 mesi oltre a 5 anni di contributi; e la pensione anticipata contributiva con la quale potete andare in pensione a 63 anni e 7 mesi se avete maturato 20 anni di contributi.

Esiste anche la pensione con la Quota 100 o la Quota 41. La Quota 41 può essere richiesta oggi solamente dai lavoratori precoci; la Quota 100 invece, è uno strumento con cui andare in pensione quando la somma dell’età anagrafica (che non potrà essere inferiore a 64 anni) con l’anzianità contributiva dà come risultato 100. 

Come fare domanda 

Una volta raggiungi i requisiti, dovete presentare domanda all’INPS.

Alla domanda di pensione, bisogna allegare i seguenti documenti:

  • copia del documento d’identità;
  • autocertificazione stato civile e di famiglia;
  • dati anagrafici e codice fiscale del coniuge;
  • notizie sulla situazione assicurativa non presenti nell’estratto contributivo;
  • dichiarazione di cessazione di qualsiasi tipo di attività di lavoro alle dipendenze di terzi. 

Ricordiamo che è possibile rivolgersi anche alla sede dell’INPS competente sul territorio, presentando personalmente il modello preposto insieme agli altri documenti da allegare. La domanda potrà anche essere inviata per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo della sede INPS competente. 

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell'Inps.

Per fare richiesta e presentare i documenti è possibile rivolgersi al Caf:

- Caf Acli via Balicco 113, Lecco tel. 0341/361618

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento