Bonus Tari 2020: a chi spetta lo sconto sulla tassa rifiuti, e come fare domanda

Buone notizie per i cittadini! È in arrivo Bonus Tari 2020, lo sconto in bolletta sui rifiuti. Ecco quali saranno i requisiti e come procedere per richiederlo

Partirà a breve il bonus Tari 2020, uno sconto sulla tassa rifiuti, novità introdotta dal Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio. 

 “Al fine di promuovere la tutela ambientale in un quadro di sostenibilità sociale, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente assicura agli utenti domestici del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani e assimilati in condizioni economico-sociali disagiate, l’accesso a condizioni tariffarie agevolate alla fornitura del servizio.” Questo è quanto dispone l'art. 57 bis del decreto fiscale che ha previsto un bonus TARI per l'anno 2020.

Il bonus Tari potrà essere richiesto presentando domanda, dalle famiglie già beneficiarie degli sconti sulle bollette di luce e gas. 

Bonus Tari: a chi spetta?

Il Bonus Tari seguirà le stesse regole che fanno da base al bonus luce e gas, riconosciuti come sconto sulle bollette secondo i parametri fissati ai contribuenti con ISEE basso. Attualmente, il bonus luce è riconosciuto alle famiglie con ISEE non superiore ad 8.265 euro. La soglia massima sale a 20.000 euro per le famiglie con più di tre figli.

Potranno beneficiare del bonus anche i titolari di reddito e pensione di cittadinanza.

Per potervi accedere, sarà necessario presentare la domanda presso il Comune di residenza o tramite i CAF.

Come fare domanda

Per ottenere il bonus Tari, è necessario presentare la domanda al CAF di competenza compilando un apposito modulo. Sarà poi il Caf a provvedere ad inviare la documentazione al Comune di residenza. Dopo aver effettuato la procedura necessaria, verrà comunicata al richiedente la data di decorrenza del bonus, l’importo riconosciuto, la scadenza e le modalità per poterlo rinnovare.

Bonus acqua, luce e gas: quanto vale il bonus

Il valore del bonus può dipendere sia dal numero dei componenti del nucleo familiare, che da altre variabili:

- Per il bonus elettrico una famiglia composta da 1 o 2 componenti può risparmiare fino a 125 euro all’anno.

- Il bonus idrico consente di ottenere uno sconto in bolletta pari al costo di 18,25 mc annui (equivalenti a 50 litri/abitante/giorno, cioè il quantitativo minimo stabilito per legge per il soddisfacimento dei bisogni personali) per ciascun componente il nucleo familiare.

- Non è chiaro invece quale sarà l’importo del bonus Tari, le cui modalità di attuazione devono essere ancora definite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Importante scoperta sul Coronavirus: nell'équipe svizzera c'è un mandellese

  • Tragedia a Valmadrera: addio al consigliere comunale Pamela Cazzaniga

  • Coronavirus, il punto. Nel Lecchese oltre cento tamponi positivi in un giorno, quasi seimila decessi in Lombardia

  • Il bucato al tempo del Coronavirus: come eliminare germi e batteri

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

  • Arriva l'ora legale: ecco quando spostare le lancette

Torna su
LeccoToday è in caricamento