Bambini in auto: cosa dice il codice della strada

L'articolo 172 del Codice della strada prevede l'obbligo dell'uso del seggiolino omologato e adeguato al peso dei bambini

Quando si viaggia in auto con i bambini, si devono osservare alcune norme di sicurezza: la prima normativa di riferimento è l'articolo 172 del Codice della Strada, che prevede l'obbligo dell'uso del seggiolino omologato e adeguato al peso per bambini fino ai 150 centimetri d'altezza.

Chi non rispetta le norme relative al trasporto dei bambini sul seggiolino rischia una multa che va dagli 80 ai 323 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Bambini in auto: regole da rispettare

Per i bambini di statura inferiore a 1,50 m, come previsto dall'art.172 del Codice della Strada, è necessario essere muniti degli appositi seggiolini antiabbandono. I dispositivi devono essere adeguati al peso e all'altezza del bambino e omologati secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Nel 2018 inoltre, è stato approvato l'obbligo, in vigore dal 7 novembre 2019, di installare sui seggiolini dei dispositivi di allarme per prevenire l'abbandono in auto nei bimbi di età inferiore ai quattro anni. Dal 6 marzo 2020 coloro che circolano senza il dispositivo anti-abbandono per seggiolino auto del loro bambino possono essere multati. 

I sistemi di ritenuta sono divisi in cinque gruppi in base al peso:

  • gruppo 0 per bambini di peso inferiore a 10 kg.: le c.d. navicelle, omologate auto e adatte per i neonati, in quanto permettono al bambino di viaggiare in posizione distesa. Devono essere agganciate al sedile posteriore del veicolo tramite un kit di sicurezza;
  • gruppo 0+ per bambini di peso inferiore a 13 kg: i c.d. ovetti. Possono essere posizionati sia sul sedile anteriore che su quello posteriore, con obbligo di disattivazione dell'airbag. Può essere agganciato al sedile tramite le cinture di sicurezza del veicolo o mediante basi indipendenti, fissate al sedile attraverso le cinture di sicurezza o tramite sistema ISOFIX, con cinture di sicurezza integrate;
  • gruppo I per bambini di peso compreso tra 9 e 18 kg: le c.d. poltroncine, che possono essere posizionate sia sul sedile anteriore (tenendo attivato l'airbag e arretrando il più possibile il sedile) che su quello posteriore rivolte nel senso di marcia. L'aggancio al sedile avviene mediante le cinture di sicurezza o tramite sistema ISOFIX, con previsione di cinture di sicurezza integrate;
  • gruppo II per bambini di peso compreso tra 15 e 25 kg: i c.d. rialzi, dotati di schienale per i bambini di altezza inferiore ai 125 cm, da posizionare sia sul sedile anteriore che posteriore con l'utilizzo delle cinture di sicurezza per gli adulti, Devono essere rivolti nel senso di marcia;
  • gruppo III per bambini di peso compreso tra 22 e 36 kg: i c.d. booster o alzatine, privi di braccioli e schienale, da posizionare sia sul sedile anteriore che posteriore nel senso di marcia e con utilizzo delle cinture di sicurezza degli adulti.

Sull'etichetta dei seggiolini potrete verificare la normativa di omologazione del prodotto. Vanno bene quelli con questa dicitura: UN ECE R44 e successive modifiche (a eccezione di quelli UN ECE R44 01 e UN ECE R44 02, conformi a norme più vecchie e oggi fuori legge) eUN ECE R129.

Per aumentare la sicurezza dei minori che viaggiano in auto, il regolamento 129 ha introdotto ulteriori regole:

  • bambini da 40 cm fino a 105 cm: sono considerati a norma e quindi omologati i seggiolini che si installano in auto con il sistema Isofix;
  • bambini da 100 a 150 cm: l'omologazione dei seggiolini auto si ha con o senza agganci Isofix, ma sempre con la cintura di sicurezza a tre punti del veicolo.

Per i bambini sino ai 15 mesi e di peso inferiore ai 9 kg il seggiolino deve essere sempre rivolto in senso contrario a quello di marcia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sanzioni

Tutti coloro che non sono provvisti del dispositivo riceveranno una multa dagli 83 ai 333 euro (che si riducono a 58 e 100 euro se si paga entro cinque giorni) con sottrazione di 5 punti dalla patente. Se vengono commesse due infrazioni in 2 anni, la patente sarà sospesa da 15 giorni a due mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba ha fretta di nascere, donna partorisce nel tunnel del Monte Barro

  • Olginate: trovato in fin di vita, ciclista muore lungo l'alzaia

  • Giornata flagellata dal maltempo: una quarantina di interventi nel territorio

  • «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati», ristoratori egiziani devolvono nuovamente il loro incasso all'ospedale

  • Coronavirus, il punto: nessun caso di positività nel Lecchese, boom di guarigioni

  • Un panino di due metri e un "bollicine" di 9 litri, festa a San Giovanni per il barista Willy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento