I "Cumulonembi" sul lecchese: cosa sono e perchè si formano

Le nuvole hanno assunto una forma particolare nella serata di mercoledì 9 agosto

I cumulonenbi nella splendida foto di Alessia Scaglia

La giornata di mercoledì 9 agosto è stata caratterizzata da un'instabilità meteorologica decisamente accennata. Pioggia e sole si sono alternati durante tutta la giornata, fornendo anche alcuni fenomeni molto appaganti per la vista. Sopra la Valcava, che si trova nel comune di Torre de' Busi, si sono infatti formati dei particolari cumuli di nuvole, chiamati "cumulonembi".

Cumulonembi: cosa sono e perchè si formano (da centrometeo.com)

E’ una categoria di nubi del tutto particolare, perché generazione ed evoluzione sono legate prevalentemente ai processi convettivi, cioè a notevoli movimenti ascendenti e discendenti dell’aria secondo una componente verticale. Infatti, a differenza delle nubi stratificate, queste nuvole si formano grazie alla rapida ascesa di aria calda, che viene portata fino e sei, otto e persino oltre 10 km di altezza.

Si parla allora di cumulonembi. Nei temporali più violenti si può arrivare anche a oltre 12000 metri, fino a “sfondare” la Tropopausa penetrando nella Stratosfera. La struttura delle nubi è tipica nella parte superiore, che è liscia o appiattita, striata o fibrosa e spesso assume la forma d’incudine.

Nella parte inferiore i cumuli sono grigi, spesso tendenti al grigio intenso; la loro base è relativamente piatta, si presenta scura, frastagliata e piovosa e segna il livello di condensazione. Con “torri” e cupole, a forma di giganteschi cavolfiori, queste nubi brillano spesso alla luce solare d’un bianco splendente. Sono quindi le più maestose tra tutte le nubi, con uno sviluppo verticale enorme simile a una grande torre o montagna.

I cumuli generalmente si formano nel tardo mattino (specialmente nel semestre caldo) e se ci sono condizioni instabili (tipicamente aria fredda in quota e/o fronte freddo in arrivo), si possono trasformare in cumulonembi, che segnalano l’arrivo dei temporali. Nella parte superiore sono formati da cristalli di ghiaccio, in basso invece da minute goccioline d’acqua. I cumulonembi sono le tipiche nuvole temporalesche e sono le sole che producono scariche elettriche. Da esse cade sempre pioggia e, quando il colore è giallo-verde, ci saranno sicuramente delle grandinate.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire le porte interne di casa: trucchi e suggerimenti

  • Ferro da stiro addio: ecco alcuni trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura

  • Centrotavola fai da te: idee per ogni occasione

  • Come lasciare la casa in ordine prima di partire per le vacanze

I più letti della settimana

  • Clooney compra casa a Lierna? Il sindaco: «Sarebbe un grande volano»

  • Allagamenti e alberi sradicati: nella notte colpita la zona dell'Olgiatese

  • Torna sul Lecchese l'incubo del maltempo: scatta l'allerta per temporali forti

  • Maltempo, tornano i disagi: Oggionese colpito, divelti svariati alberi. In arrivo altri rovesci

  • Al Lavello alberi abbattuti dalla forte pioggia, danneggiato il monumento dei Marinai

  • Abbadia: è morta in ospedale Pinuccia Badoni, ciclista investita tre settimane fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento