menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'alta pressione spinge sul Lecchese: sarà un Capodanno "caldo", ma con il rischio incendi

I dati forniti dai siti specializzati concordano: le temperature saranno in media con quelle della stagione invernale

Sarà un Capodanno "caldo" quello che si vivrà nel Lecchese. L'altra pressione che si è impossessata dell'Europa centro meridionale, infatti, «sarà garanzia di bel tempo stabile ed asciutto». Ad affermarlo Meteo Val San Martino, che descrive i giorni cui stiamo andando incontro: «Nebbioline al piano, cieli prevalentemente poco nuvolosi o nuvolosi salvo schiarite nelle ore centrali, condizioni idonee all'accumulo di inquinanti al suolo. Temperature più o meno in linea con quelle attese per il periodo, in rialzo da domani soprattutto in quota. Minime di poco sotto lo zero in quota e nella fascia collinare come possiamo vedere nel riquadro. Zero termico attorno ai 2600 metri, in risalita in serata fino a circa 3200 metri».

Rischio incendi e valanghe

Questo prolungato periodo asciutto, inoltre, avrà degli effetti collaterali legati al rischio valanghe e incendi: la Protezione Civile di Regione Lombardia ha assegnato codice giallo alle zone dell'Alta Valsassina per quanto riguarda il pericolo di distaccamenti nevosi, mentre tutto il territorio provinciale sarà attenzionato per il possibile scagionarsi di roghi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento