menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'immagine postata sul gruppo facebook "Sei di Calolzio se" per dire no ai botti.

L'immagine postata sul gruppo facebook "Sei di Calolzio se" per dire no ai botti.

Nel Calolziese è già allarme botti e petardi

Da giorni si avvertono potenti rumori ed esplosioni e i cittadini si lamentano anche per i disagi agli animali. L'assessore Caremi annuncia un'ordinanza per vietarne l'uso in vista del Capodanno

Manca circa una settimana a Capodanno, ma nel Calolziese è già allarme botti. Nei giorni scorsi molti cittadini si sono lamentati sui gruppi facebook - in particolare "Sei di Calolzio se" e "Sei di Vercurago se" - per rumori ed esplosioni avvertite soprattutto in orari serali. In tanti si sono chiesti se sia trattato di petardi o di altro, anche per la potenza dei botti, avvertiti in varie frazioni, vie e località. Uno degli ultimi episodi si è verificato in centro città la Vigilia di Natale, con lamentele da parte dei residenti. 

In tanti al brindisi natalizio dei Volontari del Soccorso. Per l'associazione calolziese alcune importanti novità

«Si tratta quasi certamente di petardi e altri fuochi d'artificio simili - commenta l'assessore alla Polizia locale di Calolziocorte, Luca Caremi - Anche in passato si erano vissute situazioni del genere e perfino peggiori. L'Amministrazione comunale interverrà già domani, giovedì 27 dicembre, con un'ordinanza per vietare l'utilizzo dei botti in vista del Capodanno. Certo, controllare l'intero territorio comunale non è facile, anche perchè i turni della Polizia locale finiscono alle 19.30 e i botti si avvertono più tardi. Tra l'altro o si colgono nel momento in cui li fanno esplodere, o non è semplice sanzionare i responsabili. Terremo monitorata la situazione e faremo il possibile per evitare pericoli o disagi, ma non creerei un caso oltremisura».

Oltre ai disagi alle persone, c'è chi lamenta problemi soprattutto per i propri animali domestici, cani e gatti in particolare. «Da giorni si sentono botti fortissimi che terrorizzano sia le persone sia gli animali - lamenta una calolziese che ha postato un'immagine lanciando l'appello "Basta patardi" - L'Amministrazione intervenga. Per favore basta petardi, gli animali muoiono di paura».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento