Letture e musiche con gli studenti per ricordare i caduti di tutte le guerre

Anche Calolzio ha celebrato il IV Novembre, riflettendo in particolare sul sacrificio di tanti giovani durante il primo conflitto mondiale. Coinvolte scuole e associazioni. Il sindaco Ghezzi ha citato Kennedy

Un momento delle celebrazioni al monumento dei caduti con gli studenti (foto Giorgio Toneatto).

Anche Calolziocorte ha celebrato il IV Novembre coinvolgendo scuole e associazioni. La cerimonia si è tenuta ieri presso il monumento ai Caduti sotto la chiesa Arcipresbiterale dove sono confluiti gli alunni delle quinte elementari e delle terze medie del territorio, oltre a una delegazione delle superiori Rota. In tutto circa 200 bambini e ragazzi.

Letture a tema, musiche, un cartellone con il lavoro sui dati storici analizzati in classe: i più giovani hanno ricordato così i caduti di tutte le guerre, in particolare del primo conflitto bellico, riflettendo sui valori della libertà e della pace, rendendo così omaggio a chi un secolo fa si è sacfricato per il benessere delle future generazioni.

Calolzio celebra il Patrono San Martino

La mattinata si è aperta con l'alzabandiera, l'Inno di Mameli e l'Inno alla Gioia. Presenti anche gli alpini e il sindaco di Calolzio Marco Ghezzi il quale ha voluto dedicare un pensiero ai giovani del '99 morti al fronte nel 1915/1918 rinunciando ai propri sogni per servire l'Italia, le loro famiglie e la loro civiltà. Il primo cittadino ha citato inoltre una celebre frase del presidente Usa John Fitzgerald Kennedy: "Non chiederti cosa il tuo Paese può fare per te, chiediti cosa tu puoi fare per il tuo Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico investimento sulla direttrice Milano-Lecco: la vittima era scomparsa nella mattinata

  • La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Lecco, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio. Ecco le regole

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Stroncato da un malore in montagna: Mandello piange Carlo Gilardi

Torna su
LeccoToday è in caricamento