menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gruppo civico "Cambia Calolzio" guidato da Diego Colosimo.

Il gruppo civico "Cambia Calolzio" guidato da Diego Colosimo.

«Il Comune si faccia carico di ritirare gli alberi di Natale e ripiantarli»

La proposta green del gruppo civico "Cambia Calolzio". Federica Rota e Valeria Bianco: «Un modo utile anche per potenziare il verde in città»

«Il Comune si faccia carico di ritirare gli alberi di Natale e trapiantarli». La proposta arriva dal gruppo civico "Cambia Calolzio" che già nell'ottobre 2017 aveva chiesto alla precedente Amministrazione l’utilizzo di un piccolo spazio verde comunale per procedere alla messa a dimora di alcuni arbusti autoctoni (due cornioli e due ballon di maggio) forniti dall’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura. 

Un piano per le colonnine di ricarica, Calolzio punta sulle auto elettriche

«Abbiamo fatto ciò per richiamare l’attenzione sull’importanza dei molti benefici che gli alberi, diversamente dal cemento e dall’asfalto, apportano all’ambiente e alla salute - spiegano Federica Rota e Valeria Bianco a nome dell'associazione - A tal riguardo, considerato che alcuni cittadini, dopo aver acquistato abeti veri per qualche giorno, poi li abbandonano, abbiamo chiesto al sindaco Marco Ghezzi di prendere in considerazione l’idea di fare un appello alla cittadinanza per “non buttare l’albero di Natale” dando così la possibilità a tutti i cittadini che, non avendo lo spazio per ripiantarli, di consegnarli al Comune di Calolziocorte per poi essere messi a dimora, con i dovuti accorgimenti, nelle aree verdi comunali. Al primo cittadino abbiamo ricordato che quelli non più in grado di attecchire potranno essere trasformati in materiale “pacciamante”, cioè in materiale organico che consente di creare uno strato protettivo al di sotto delle piante, in fase di messa a dimora, apportando così non solo notevoli vantaggi ai giardini, ma anche metterlo in azione una buona pratica per riciclare materiale vegetale di scarto. Chi beneficerà di questa proposta - concludono i componenti del gruppo "Cambia Calolzio" - saranno i cittadini, l’ambiente, il clima e la salute».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Lecco e la Lombardia da oggi tornano in zona arancione: in vigore nuovi divieti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento