menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della festa a base di polenta alla RSA "Madonna della Fiducia" di Calolziocorte.

Un momento della festa a base di polenta alla RSA "Madonna della Fiducia" di Calolziocorte.

Alla casa di riposo di Calolzio una festa a base di polenta

Originale e apprezzata iniziativa per gli anziani della Rsa di Foppenico. Di recente gli ospiti sono stati coinvolti anche in un progetto con gli alunni dedicato a storia e valori

Una festa della polenta alla casa di riposo di Calolzio. L'originale e apprezzata iniziativa chiamata "Polentata 2018" e rivolta agli anziani si è svolta oggi, venerdì, alla “Casa Madonna della Fiducia” di Foppenico. Alle 11 alcuni ospiti, sia della Rsa che del Centro diurno “San Giuseppe”,  sono stati radunati nel Salone Moretti per assistere alla preparazione del piatto tipico bergamasco.

I giovanni alunni della scuola "Cittadini" a lezione dai nonni

A mezzogiorno è iniziato il pranzo vero e proprio. Il menù della festa prevedeva polenta taragna, cucinata al momento dal cuoco della struttura in un grande paiolo di rame (proprio come si faceva una volta) prestato dalla Parrocchia “San Martino Vescovo”, salamella e, per finire, un buon caffè accompagnato da due diversi digestivi gentilmente offerti dalla coordinatrice della struttura, Monica Panzeri.

I servizi della "Casa Madonna della Fiducia" di Calolzio

Fuori menù, ma non meno apprezzati, alcunisquisiti dolcetti, donati dal signor Pedrini (commerciale della SIR ristorazione, che gestisce la cucina)  ai numerosi ospiti. La partecipazione è stata numerosa e al momento dei saluti finali, prima di andare a riposare, i nonni hanno espresso molti apprezzamenti per la buona riuscita dell’evento. Anche la Direzione ha apprezzato molto la buona cucina e ha ringraziato pubblicamente il cuoco e i suoi collaboratori che hanno reso possibile questa bella giornata di festa.

Di recente gli anziani ospiti della struttura assistenziale di Foppenico sono stati coinvolti anche in un interessante progetto formativo insieme alla scuola Cittadini: diversi giovani alunni hanno fatto visita ai nonni confrontandosi su storia e valori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento