menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calolzio vieta l'utilizzo di botti e fuochi d'artificio

L'ordinanza è stata firmata oggi dal sindaco Ghezzi: niente petardi dal 29 dicembre al 2 gennaio. Nei giorni scorsi la protesta di diversi cittadini dopo ripetuti rumori e disagi

Detto, fatto. Come annunciato dall'assessore alla Sicurezza Luca Caremi anche a seguito delle richieste di diversi cittadini, il sindaco Marco Ghezzi ha firmato oggi, giovedì 27 dicembre, l'ordinanza che vieta l'utilizzo di petardi, botti e fuochi d'artificio pirotecnici di qualsiasi tipologia sul territorio comunale di Calolziocorte.

Nel calolziese è già allarme botti

Il provvedimento è stato reso noto dall'Amministrazione comunale nelle scorse ore: il divieto sarà operativo nelle giornate a ridosso del Capodanno. «Si informa la cittadinanza che, in seguito all’ordinanza sindacale 81 del 27 dicembre, è vietato, al di fuori degli spettacoli autorizzati dei professionisti, l’utilizzo di ogni tipo di fuoco d'artificio, benché di libera vendita, in luogo pubblico e anche in luogo privato ove, in tale ultimo caso, possano verificarsi ricadute degli effetti pirotecnici su luoghi pubblici o su luoghi privati appartenenti a terzi - si legge nel testo dell'ordinanza diffuso dagli uffici municipali - Vige inoltre il divieto di cedere a qualsiasi titolo, o far utilizzare in qualsiasi condizione ai minori di 14 anni i fuochi di categoria 1 e superiori e a quelli di anni 18 i fuochi di categoria 2 e 3 individuati nel decreto legislativo 58/2000, fermo il divieto di vendita al pubblico dei prodotti destinati ai professionisti».

Il divieto di utilizzo di botti e fuochi d'artificio è in vigore a partire dalle ore 1.00 del 29 dicembre 2018 fino alle 24:00 del giorno 2 gennaio 2019.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Lombardia torna in zona rossa, cosa si può fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento