Dalla Regione 75.400 euro per rimediare ai danni del nubifragio che a ottobre colpì anche il Lecchese

I fondi destinati alla Comunità montana Lario Orientale Valle San Martino e a quella della Valsassina per quattro interventi mirati

Regione Lombardia ha stanziato 7 milioni di euro per finanziare 108 azioni di ripristino dei danni arrecati alle foreste dagli eccezionali eventi atmosferici del 29 e 30 ottobre scorsi. Sempre per rimediare alla tempesta denominata “Vaia”, il Dipartimento nazionale della Protezione Civile ha appena approvato il Piano degli interventi. Il maltempo aveva devastato ben 4.600 ettari in 186 comuni lombardi, compresi alcuni del territorio lecchese. Le risorse saranno ripartite tra 20 Comunità montane, il Parco regionale del Mincio ed Ersaf (140.000 euro).

Per la provincia di Lecco sono stati stanziati 75.400 euro, che saranno così ripartiti: 17.800 euro alla Comunità montana Lario Orientale Valle San Martino per due interventi; 57.600 euro alla Comunità montana Valsassina, Valvarrone, Val d'Esino e Riviera per altre due opere di ripristino.

Nubifragio sul Lecchese: allagamenti, black-out, alberi sradicati

«I boschi lombardi hanno subìto gravi danni e serviva un intervento rapido - hanno dichiarato gli assessori regionali Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi) e Pietro Foroni (Territorio e Protezione civile) - In due giorni sono stati colpiti 4600 ettari di foreste in 186 Comuni lombardi. Regione Lombardia si è mossa subito dopo quell'evento atmosferico eccezionale per raccogliere le richieste degli Enti locali e accelerare così gli interventi. Questi sono i primi 7 milioni che stanziamo, ma sui boschi lombardi abbiamo un progetto che riguarda la loro valorizzazione all'interno della filiera bosco-legno. I lavori che saranno finanziati con queste risorse - hanno aggiunto i due assessori - nascono dall'esigenza di promuovere il taglio, l'allestimento e l'esbosco degli alberi caduti o pericolanti. Saranno effettuati lavori sulla viabilità agro-silvo-pastorale di accesso, anche attraverso piccole opere di sistemazione idraulico forestale».

Gli interventi finanziati riguarderanno il taglio ed esbosco di alberi caduti, la sistemazione idraulico-forestale (riassetto idrogeologico, regimazione idraulica, consolidamento di versanti in frana e manutenzioni in aree boscate e sul reticolo idrografico minore) e la manutenzione straordinaria, strumentale all'esbosco, di tracciati esistenti inseriti nei Piani della viabilità agro-silvo-pastorale, per ripristinarne percorribilità e sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento