menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedalate ecologiche davanti al municipio di Calolzio per "M'illumino di meno"

L'iniziativa vedrà protagonisti cittadini, politici e gli alunni dell'istituto Fiocchi di Lecco. Appuntamento venerdì 1° marzo dalle 19

Torna il primo marzo 2019 “M’illumino di meno” e la Città di Calolziocorte aderisce alla più celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2 nel 2005 per chiedere agli ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Nell'occasione il municipio verrà lasciato momentaneamente al buoi e illuminato con la luce prodotta dall'energia delle pedalate di un'impianto di bici predisposto per l'occasione (nella foto sotto).

«Il Gruppo Civico Cambia Calolzio ha chiesto e ottenuto, per la prima volta nella nostra città, l’adesione a questa importante iniziativa da parte dell’Amministrazione - fanno sapere i consiglieri di opposizione Diego Colosimo e Daniele Vanoli - Negli anni l’iniziativa è cresciuta diventando la giornata simbolica del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili con eventi per promuovere concretamente il silenzio energetico attraverso lo spegnimento delle luci di piazze, monumenti e di tante case di cittadini».

Non solo il pullman ecologico Flixbus, Calolzio punta anche sulle auto elettriche

L’edizione 2019 è dedicata all’economia circolare, un nuovo paradigma di sviluppo basato sul recupero dei materiali usati per ridare loro una nuova vita ed evitare così sprechi e inquinamento. Un sistema all'insegna dell'ecosostenibilità che garantisce vantaggi non solo ambientali, ma anche economici, visto che soprattutto in Italia le materie prima sono sempre più limitate.

«L’imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare “il fine vita” delle cose, perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell’acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta, una cornetta del telefono che diventa una lampada, fanghi che diventano biogas - aggiungono gli esponenti di Cambia Calolzio - Nella nostra città si spegneranno alle ore 19.00 di venerdì 1° marzo le luci del palazzo municipale e insieme agli studenti dell'istituto Fiocchi di Lecco, che da anni portano sul territorio il loro progetto sulle energie rinnovabili, illumineremo a colpi di pedalate il Municipio. Invitiamo i cittadini calolziesi a partecipare insieme a questo evento! Per i bambini, posizioneremo anche una bicicletta per illuminare il "Resegone"».

Il sindaco di Calolzio replica alle critiche: «Massima cura del verde»

L'iniziativa coinvolgerà dunque anche le nuove generazioni e più in generale tutti i cittadini. La prima pedalata verrà data simbolicamente dal sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi. Proprio il primo cittadino ha spiegato in una nota stampa il perchè della scelta dell'Amministrazione di aderire a "M'illumino di meno".

«Il Comune di Calolziocorte ha aderito all’iniziativa “M’illumino di meno”, proposta dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su Rai Radio 2 - conferma Marco Ghezzi - Si tratta di una grande campagna di sensibilizzazione sul Risparmio Energetico e la mobilità sostenibile, in calendario venerdì 1° marzo, volta a promuovere buone pratiche di razionalizzazione dei consumi energetici e riduzione degli sprechi; produzione di energia pulita; mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi); riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo). Lo ha stabilito la Giunta nella seduta di lunedì 25 febbraio con la delibera n. 24. L’Amministrazione attribuisce grande importanza alle iniziative di sensibilizzazione della pubblica opinione sui temi energetici - aggiunge il sindaco -  per questo motivo, aderendo all’iniziativa, provvederà allo spegnimento degli impianti di illuminazione di piazza Vittorio Veneto e del municipio dalle ore 19 alle ore 21 di venerdì 1° marzo. In contemporanea, con il supporto dei professori dell’Istituto professionale Fiocchi di Lecco, verrà posizionata una bicicletta, collegata ad una dinamo e faretto, che illuminerà il municipio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento