Mostra fotografica dedicata alla Prima Guerra Mondiale con volti e medaglie dei calolziesi al fronte

Oggi in municipio l'inaugurazione dell'iniziativa organizzata dalla Pro loco che proseguirà fino al 18 novembre. Il materiale esposto è stato raccolto in collaborazione con alpini e Comuni

Alcuni volontari impegnati nell'allestimento della mostra: Dino Bonaiti, il capogruppo degli alpini Claudio Prati e Giancarlo Papini della Pro loco.

Quasi una cinquantina di foto in mostra con immagini di calolziesi al fronte, medaglie, documenti e pannelli illustrativi di uno dei conflitti più cruenti della storia dell'umanità. Verrà inaugurata oggi, sabato 3 novembre alle 17 nelle sale espositive del municipio di Calolziocorte, la mostra rievocativa dedicata al centenario della Grande Guerra. L'iniziativa è promossa dalla Pro loco di Calolziocorte con il sostegno di alpini e Comune. L'esposizione resterà poi aperta fino a domenica 18 novembre nei seguenti orari: dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Giovani alunni calolziesi a lezione dai nonni della Casa Madonna della Fiducia

Al lavoro per l'allestimento i volontari della Pro loco, a partire dall'ideatore di questa e altre mostre fotografiche dedicate a Calolzio, Giancarlo Papini. Con lui all'opera anche gli alpini del gruppo Pippo MIlesi, guidati da Claudio Prati. «Preparare questa mostra sulla Prima Guerra Mondiale non è stato semplice - commenta Papini - visto che parliamo di un secolo fa, il materiale, soprattutto quello fotografico, non è stato facile da reperire, ma riteniamo di aver proposto un'altra iniziativa molto interessante per riscoprire le gesta e la storia di tanti nostri concittadini che hanno combattutto, e perfino dato la vita per l'Italia».

Tra loro anche un giovane pluridecorato, tornato a casa per festeggiare il 20° compleanno. Richiamato all'ultimo e quasi all'improvviso per il fronte, quel giovane calolziese morì purtroppo negli ultimi giorni dei combattimenti. «Sono diverse le vicende e le storie che abbiamo cercato di documentare, anche grazie alla collaborazione degli alpini e dei Comuni del territorio con gli archivi - aggiunge Papini - Si tratta di una delle tante mostre fotografiche a carattere storico che come Pro loco abbiamo proposto in questi anni. Cerchiamo in questo modo di tenere viva la memoria, di coinvolgere la popolazione che ringraziamo per le foto che mette a dispozione, e di riscoprire luoghi, persone e vicende della nostra cittadina». In passato era toccato per esempio alle mostre dedicate ai matrimoni dei calolziesi, piuttosto che alle aziende e alle attività della città dove hanno lavorato intere generazioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il territorio celebra il IV Novembre a cent'anni dalla fine della Grande Guerra

«Anche questa volta - concludono i volontari della Pro loco Calolzio - invitiamo tutti a visitare la mostra che resterà aperta due settimane e che abbiamo voluto aprire proprio in occasione delle celebrazioni del IV Novembre».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel cuore della città: trovato senza vita il Pubblico Ministero Laura Siani

  • Statale 36: violento incidente a Nibionno, gravi le condizioni di due biker

  • Si ribaltano con l'automobile all'interno dell'Attraversamento: due feriti

  • Gesto estremo al parco Belvedere: tragedia nel rione di Santo Stefano

  • Morte Siani, gli investigatori sulle cause della scomparsa: «Prevale l'ipotesi del suicidio»

  • Bisone: grave incidente davanti al benzinaio, sessantenne ricoverato in codice rosso

Torna su
LeccoToday è in caricamento