menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni momenti delle attività e i ragazzi coinvolti nell'iniziativa.

Alcuni momenti delle attività e i ragazzi coinvolti nell'iniziativa.

Ringhiere ritinteggiate e arredi urbani a nuovo, successo per Util'Estate

Attività concrete e apprezzate anche ad Abbadia, con protagonisti i giovani. L'assessore Cristina Bartesaghi: «Molte le domande di partecipazione, fino al triplo dei posti disponibili»

Si é conclusa ieri, con ottimi risultati, l'attività di Util'Estate proposta ad Abbadia. Numerosi i giovani volontari coinvolti in varie iniziative e lavori per il decoro urbano e la riqualifica di arredi pubblici, all'interno dell'ormai consolidato progetto "Living Land" proposto anche nella vicina Mandello e in altri comuni del Lecchese grazie alla collaborazione tra cooperative e Amministrazioni locali.

«Anche quest'anno l'Amministrazione comunale di Abbadia, nonostante alcune limitazioni imposte dalle norme di sicurezza anti covid, ha deciso di proporre nuovamente l'iniziativa Util'Estate - spiega Cristina Bartesaghi, assessore alla Cultura e ai Servizi alla persona - Numerosissime le domande pervenute fino al triplo dei posti a disposizione, a riprova del valore di questa proposta e forse del lungo periodo di inattività a cui sono stati obbligati gli adolescenti. Purtroppo è stato possibile accogliere solo dieci richieste, in base ai criteri enunciati nel bando: residenza, rotazione, ordine di invio. Il tempo di lavoro é stato ridotto alla mattinata ma per due settimane i dieci ragazzi e ragazze coinvolti, quasi tutti poco più che quindicenni, si sono dati da fare alacremente ritinteggiando ringhiere, palizzate, porte, dando prova di buona volontà e spirito di gruppo».

I dati della balneabilità nel Lecchese: ci si può tuffare in quasi tutte le spiagge

Indispensabile la guida dell'animatore Sirio della cooperativa Sineresi che ha organizzato e seguito l'operato dei ragazzi. Cristina Bartesaghi ha infine voluto rivolgere un grazie particolare al gruppo dei volontari della Protezione civile che hanno dato supporto logistico con la guida del mezzo per il trasporto dei materiali e degli attrezzi, e nell'organizzazione del lavoro.
«Arrivederci al prossimo anno».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento