Notizie

"Abbiamo imparato a lottare per i nostri diritti": chusi i lavori per l'Unione Nazionale Mutilati

Il "Griso" di Malgrate ha ospitato la diciottesima assemblea provinciale

Bruno De Carli

”Quello che abbiamo imparato è il lottare per i nostri diritti e dobbiamo dire che ci stiamo riuscendo all'interno del momento difficile che vive il nostro Paese”. A dirlo è Bruno De Carli, presidente della sezione provinciale dell'Unione Nazionale Mutilati per Servizio, Ente Morale che ha tenuto nel salone del Centro Congressi dell’Hotel Griso la diciottesima assemblea annuale.

Un momento importante, al quale hanno dato adesione le sezioni provinciali della Regione. L'Associazione Unms tutela tutti coloro che alle dipendenze dello Stato e degli Enti locali, territoriali ed istituzionali, hanno riportato mutilazioni ed infermità in servizio e per causa di servizio militare e civile.

Scopo istituzionale dell'Unione è quello di rappresentare e tutelare gli interessi morali e materiali dei mutilati ed invalidi per servizio o dei familiari dei caduti nei settori delle Istituzioni. Nel significare il ruolo della sezione di Lecco, alla quale sono iscritte trecento persone, di cui settantacinque di Lecco, erano presenti al centro congressi il Sindaco di Lecco Virginio Brivio, il collega di Malgrate e presidente della Provincia Flavio Polano, il neo senatore ed ex Sindaco di Lecco Antonella Faggi e il consigliere regionale della Lega Flavio Nogara.

Per la Faggi si è trattato fra i primi incontri con la comunità lecchese in qualità di Senatore della Repubblica. Fra le autorità militari anche il capitano Vito Trigianese della Gdf di Lecco. I lavori sono stati conclusi da Santo Maduri, presidente regionale dell’Unms e responsabile della sezione di Como. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Abbiamo imparato a lottare per i nostri diritti": chusi i lavori per l'Unione Nazionale Mutilati

LeccoToday è in caricamento