menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adda in secca, anticipati i lavori a Brivio per salvare pesci e avifauna

Oggi al via le opere alle "Stoppate" dopo l'aggravarsi della situazione idrica nell'ultimo periodo

Paludi di Brivio: anticipati i lavori per garantire un rifornimento idrico adeguato a favore della sopravvivvenza delle specie ittiche e dell'avifauna. Lo ha annunciato il Parco Adda Nord confermando la situazione delicata che si è registrata nell'ultimo lungo la tratta del fiume a sud di Lecco a causa di siccità e condizioni meteo.

Prevista l'asportazione di materiale

«La diminuzione della portata del fiume Adda e le condizioni meteo siccitose delle ultime settimane hanno particolarmente aggravato la situazione presso le "Stoppate di Brivio", uno dei cinque siti già inseriti nel progetto "Interventi di miglioramento e rinaturalizzazione dell’alveo del fiume Adda e di ambienti umidi perifluviali” finanziato in buona parte da Regione Lombardia - fanno sapere gli uffici del Parco - Le operazioni programmate prevedono un doppio intervento: la realizzazione ex novo di un canale di alimentazione del primo bacino delle Stoppate e la riprofilatura, tramite asportazione di materiale, del canale esistente di alimentazione del secondo bacino delle Stoppate».

Brivio 1-2

Nel rispetto delle "Misure di Conservazione della Zona Speciale di Conservazione Palude di Brivio" che vietano lavori di contenimento dell’interrimento naturale degli ambienti acquatici tra il 1° marzo e il 15 agosto, i lavori sarebbero cominciati dopo tale data, ma la situazione venutasi a creare recentemente, di scarso contributo idrico, compromette la conservazione dell’habitat acquatico 3150 a scapito della sopravvivenza e riproduzione di specie ittiche e ornitiche che proprio nelle Stoppate conducono parte del proprio ciclo vitale.

Habitat alterato, intervento necessario

«Non solo moria di pesci come è stato anche constatato durante un sopralluogo effettuato il 2 aprile dai tecnici del Parco accompagnati dalle Guardie Ecologiche Volontarie, ma anche alterazione di un habitat in cui l’avifauna trova le condizioni ideali per nidificare - precisano inoltre gli addetti del Parco - Il sopralluogo ha inoltre evidenziato che attualmente, nelle aree destinate al cantiere, non è in corso alcuna nidificazione, potenzialmente danneggiabile in caso di lavori».

Tutela di avufauna e anfibi, iniziati gli interventi di manutenzione nella palude dell'Adda

Considerata l’estesa riduzione di acqua nelle Stoppate e le gravi conseguenze sull’ecosistema faunistico, il Parco Adda Nord ha così chiesto e ottenuto dalla Provincia di Lecco l’autorizzazione per un intervento in deroga alle Misure di conservazione della ZSC Palude di Brivio.

I lavori sono partiti oggi, venerdì 16 aprile e verrà data priorità al ripristino del collegamento tra fiume e secondo bacino delle Stoppate, trattandosi di un intervento più breve e meno impattante sull’ambiente a canneto. In assenza di criticità si proseguirà con i lavori necessari per l’apertura del canale di alimentazione del primo bacino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento