rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Flussi intensi / Acquate - Malnago - Falghera - Deviscio / Corso Promessi Sposi

Migranti in arrivo, si cercano duecento posti letto a Lecco e provincia

Avviso della Prefettura volto a trovare alloggi per le tante persone arrivate sulle coste italiane

Servono duecento posti letto in provincia di Lecco per accogliere i migranti giunti sulle coste nostrane. Arrivi in ripresa, infatti, con tanto di forti polemiche tra il Governo Meloni e gli altri stati europei. In soldoni, però, servono altre strutture per collocare i richiedenti asilo: per questo motivo la Prefettura di Lecco ha emesso un avviso con scadenza 18 novembre, indicando chiaramente la preferenza per le “singole unità abitative per tre mesi” rispetto ai grandi centri di accoglienza com'era accaduto in passato. A questi centri saranno riconosciuti 26,61, Iva esclusa, per ciascun ospite; a questi vanno aggiunti 150 euro per un kit di primo ingresso e i rimborsi per la fornitura di pocket money da 2,50 euro e tessera del telefono da ulteriori 5 euro, senza dimenticare i rimborsi per i medici chiamati a intervenire.

Migranti a Lecco: chiesti altri 200 posti letto

361, ampliabili fino al 20%, i posti messi a disposizione durante gli ultimi mesi, ma le presenze sono state comprese tra un minimo di 392 persone e un massimo di 443, come indicato dalla stessa Prefettura all'interno del predetto avviso. Servono nuove strutture, quindi, ampliando la disponibilità “per almeno 200 posti”, anche tenendo conto dei flussi migratori ancora aperti con l'Ucraina a causa della guerra in corso. L'avviso della Prefettura è necessario per “acquisire manifestazioni di interesse finalizzate all'affidamento diretto per la gestione di centri di accoglienza, fino a un massimo di 50 posti, organizzati sotto forma di rete di singole unità abitative e non di grandi centri, per un periodo stimato di tre mesi”, come si legge nel documento.

L'avviso pubblico scadrà il prossimo 18 novembre, tra una settimana esatta, ed è stato emesso “In relazione all'intensificarsi degli sbarchi di richiedenti protezione internazionale registrato nelle ultime settimane ed alla conseguente, crescente, assegnazione di quote di detti richiedenti ai territori regionali, si rende necessario aumentare la capacità di accoglienza sul territorio della provincia di Lecco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti in arrivo, si cercano duecento posti letto a Lecco e provincia

LeccoToday è in caricamento