rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
La variante / Valmadrerese e Riviera Ovest / Viale Promessi Sposi

Valmadrera: nell'area Gavazzi nascerà il nuovo asilo comunale (e non solo)

Approvata dalla giunta la variante al Pgt, passata da alcuni scambi di proprietà tra pubblico e privato

All'interno della grande area Gavazzi di Valmadrera cambierà tutto. Durante la seduta di mercoledì 12 ottobre la Giunta comunale ha dato avviato il procedimento per variare il piano di governo del territorio (Pgt) relativamente all'ambito di trasformazione 3 - Comune/Gavazzi, rintracciabile tra via Promessi Sposi e via Bovara. Iniziato il processo di verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale (Vas) e alla Valutazione di incidenza (Vic) del piano attuativo.

Il Pgt, fanno sapere da via Roma, prevede “un ambito di trasformazione composto da due comparti fra loro fisicamente distinti”: il sito principale si trova compreso tra via Giuseppe Bovara e viale Promessi Sposi e comprende un'area di 7.658 metri quadrati di proprietà privata, mentre il secondo, poco distante e all’angolo tra viale Promessi Sposi e via Castagnera, è grande 2.535 metri quadri ed è completamente di proprietà pubblica. Su quest’ultima area dovrebbe concentrarsi la realizzazione delle nuove edificazioni, dopo alcune cessioni di aree tra pubblico e privato.

Il piano attuativo partito in Giunta “è in variante allo strumento urbanistico e prevede una riduzione del consumo di suolo e una riduzione della volumetria edificabile”, che passerà da 6.000 metri cubi a 4.500, “oltre allo stralcio dall’ambito di trasformazione dell’area di proprietà pubblica attualmente utilizzata come spazio a verde”. La variante “consente il mantenimento del parco pubblico in viale Promessi Sposi, la realizzazione di parcheggi lungo via Bovara e l’acquisizione nel patrimonio comunale di un’ampia area adiacente a quella già di proprietà comunale, dove s'intende realizzare il nuovo asilo nido a servizio dell’ambito territoriale”.

area gavazzi a valmadrera-2

Il nuovo asilo comunale di Valmadrera

L’iter procedurale in caso di piani attuativi in variante allo strumento urbanistico, “comporta alcuni passaggi normativi tra cui la verifica dell’intervento sotto il profilo ambientale. Questa valutazione, comunemente chiamata Vas, ha l'obiettivo di valutare i possibili effetti ambientali di politiche, piani e programmi (comprese le loro varianti), nazionali, regionali e locali, durante la fase della loro elaborazione, prima cioè che vengano approvati. Acquisiti i vari pareri e i suggerimenti dei soggetti interessati, enti e associazioni competenti in materia ambientale, si prosegue con l’adozione al piano attuativo in variante da parte del Consiglio comunale, a cui segue un periodo di almeno 60 giorni per poter presentare delle osservazioni. L’iter ha la sua chiusura con l’approvazione definitiva sempre in Consiglio Comunale”.

“Ogni tipo di informazione e pubblicità di tutti gli atti che riguardano il procedimento sarà assicurata in ogni fase, fino alla delibera di approvazione finale, attraverso i canali informativi del Comune e la loro pubblicazione nel sito web istituzionale”, assicura il Comune di Valmadrera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmadrera: nell'area Gavazzi nascerà il nuovo asilo comunale (e non solo)

LeccoToday è in caricamento