menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assemblea costituente l'Associazione dei Comuni

L'assemblea costituente l'Associazione dei Comuni

Nasce l'Associazione dei Comuni: 26 paesi a fianco nelle politiche sociali

Sarà socio dell'Impresa Sociale Consorzio Girasole con finalità di verificare, vigilare, tutelare e salvaguardare l'attuazione e la qualità dei servizi erogati dall'Impresa nel rispetto dei contratti di servizio stipulati

È stata costituita oggi, dal notaio Panzeri di Galbiate, l'Associazione dei Comuni soci di Impresa sociale Girasole, sodalizio che avrà sede a Lecco in Piazza Diaz 1. A partecipare sono 26 amministrazioni comunali del territorio.

L'associazione assume la qualifica di socio dell'Impresa Sociale Consorzio Girasole e ha la finalità di verificare, vigilare, tutelare e salvaguardare l'attuazione e la qualità dei servizi erogati dall'Impresa Sociale Consorzio Girasole nel rispetto dei contratti di servizio che ciascun Comune stipulerà.

La composizione del Direttivo

Nel corso della mattinata è stato inoltre nominato all'unanimità il Consiglio Direttivo dell'associazione, composto da cinque membri: Paola Giovanna Viganò, assessore all'Istruzione e Politiche Sociali del Comune di Olginate, presidente dell'associazione; Riccardo Mariani, assessore alle Politiche Sociali Casa e Lavoro del Comune di Lecco, vicepresidente; Patrizia Vassena, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Valmadrera, consigliere; Beatrice Civillini, vicesindaco del Comune di Dolzago, consigliere; Sabina Panzeri, sindaco di Costa Masnaga, consigliere.

«Passo verso un welfare plurale»

«È un passo decisivo, a seguito della gara a evidenza pubblica, verso la costituzione dell'Impresa Sociale Consorzio Girasole, alla quale 26 Comuni dell'Ambito di Lecco hanno convenuto di affidare la gestione operativa dei servizi sociali nei propri territori, in forma associata mediante una società mista pubblico-privata a responsabilità limitata - spiegano Viganò e Mariani - Un fatto nuovo, una novità assoluta nel panorama degli enti e dei servizi, un orientamento assunto da molti anni nei Piani di Zona e che intende rinforzare quell'alleanza tra Comuni, cooperazione e associazionismo che ha fatto crescere il nostro territorio, come auspicato anche dalle normative regionali, verso un welfare plurale e delle corresponsabilità, con i Comuni forti come sempre nell'assumere le scelte strategiche delle politiche sociali. L'Associazione dei Comuni con questa scelta intende valorizzare le specificità del territorio, il suo patrimonio di collaborazioni, di pensiero e la sua capacità di integrare idee, progetti, risorse ed energie in una logica di bene comune, aprendo ad un protagonismo dei territori e delle persone».

I Comuni aderenti

Annone di Brianza, Bosisio Parini, Bulciago, Carenno, Castello di Brianza, Cesana Brianza, Civate, Colle Brianza, Costa Masnaga, Dolzago, Erve, Galbiate, Garbagnate Monastero, Garlate, Lecco, Malgrate, Molteno, Monte Marenzo, Olginate, Oliveto Lario, Pescate, Rogeno, Suello, Valgreghentino, Valmadrera, Vercurago.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento