rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Notizie

Balneabilità: promosse le spiagge lecchesi. Off limits solo la Malpensata

I risultati delle ultime analisi delle acque del lago e le raccomandazioni di Ats Brianza

Praticamente tutte promosse le spiagge lecchesi per quanto riguarda la balneabilità. Eccetto infatti lo specchio di lago che si affaccia sulla Malpensata a Lecco - temporaneamente vietata per motivi di sicurezza non legati alla qualità delle acque - le analisi di Ats Brianza hanno dato risultati positivi in tutti gli altri casi. Una buona notizia dunque per i tanti bagnanti, residenti e turisti che scelgono la sponda lecchese del lago di Como per un tuffo o una nuotata rinfrescante nella calda stagione estiva alle porte.

"In base agli esiti analitici dei campionamenti effettuati il 6 e 7 giugno 2022 - precisano gli uffici di Ats Brianza - si esprimono i seguenti giudizi ai fini della balneazione". La tabella elenca dunque come balneabili tutte le seguenti spiagge, 23 su 24 in totale: Abbadia Lariana Campeggio e Lido Lariano; Bellano Lido di Puncia e Spiaggia di Oro; Colico Inganna - LC 53, Lido di Colico, Laghetto Piona; Dervio Campeggio Europa; Dorio Riva del Cantone e Rivetta; Lecco Località Pradello, Canottieri, Rivabella; Lierna Riva Bianca; Mandello del Lario Olcio - LC 18, Camping Mandello, Lido Mandello, Camping Nautilus; Oliveto Lario Spiaggia di Onno, Vassena, Frazione Limonta; Perledo Riva di Gittana e Pescate La Punta. Quest'ultima spiaggia di Pescate era stata bocciata a mettà maggio, ma le successive analisi hanno permesso di inserirla tra quelle balneabili, lasciando così offi limits solo la Malpensata. 

Lago analisi bagni-3

Ats ha quindi precisato: "Data l’estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale (cianobatteri) in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, si ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi".

È comunque buona norma, a tutela della salute, adottare i seguenti comportamenti:

  • Evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione;
  • Fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con
  • particolare riguardo alla testa
  • Sostituire il costume dopo il bagno.

"Si sottolinea infine che il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti tra i quali: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi (come riniti, asma, congiuntiviti, tosse) e disturbi gastrointestinali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balneabilità: promosse le spiagge lecchesi. Off limits solo la Malpensata

LeccoToday è in caricamento