«Meglio i misultitt delle Frecce Tricolori»

Bandinelli critica l'evento in programma a Varenna: «Per attirare turisti sul nostro lago meglio dell'Air Show sono i pesci alla griglia, che non inquinano, non fanno baccano e non sprecano importanti risorse pubbliche»

Giancarlo Bandinelli, esponente lecchese di Sinistra e Lavoro

Frecce tricolori, c'è chi dice no. Dopo l'ufficializzazione delle date nelle queli andrà in scena l'Air Show sopra i cieli di Varenna, riceviamo e pubblichiamo l'intervento del calolziese Giancarlo Bandinelli, storico esponente della Sinistra lecchese (da Rifondazione comunista a Sinistra e Lavoro) critico rispetto alla manifestazione. "Meglio i Misultitt delle Frecce Tricolori" è il titolo dell'intervento di Bandinelli che ricorda anche come prerarare i tipici pesci del lago.

«Il 28 e il 29 settembre prossimi nell’ambito delle iniziative “Centro Lago di Como Air Show”  apprendo che è stato programmato un intervento delle Frecce Tricolori, divertimento e ammirazione assicurati - scrive il calolziese - Per sponsorizzare e attirare i turisti sui territori del nostro lago circondato dai monti sorgenti, meglio delle Frecce Tricolori sono i misultitt, che non inquinano, non fanno baccano e non sprecano importanti risorse pubbliche. Ah, le risorse pubbliche per le spese militari e le parate nelle feste nazionali… L’Italia, il mio Paese, per le spese militari spreca ogni giorno 64 milioni di euro. Sì proprio ogni giorno 64 milioni di euro. Una spesa, quella militare, mimetizzata nel bilancio dello Stato che negli ultimi 10 anni è cresciuta del 21% a scapito della sanità, della scuola, delle pensioni e della messa in sicurezza del territorio da rischi idrogeologici».

«Ora lo spettacolo circense delle Frecce Tricolori che si terrà a breve nello spazio aereo compreso tra Varenna-Bellagio-Menaggio e la Tremezzina, sarà sicuramente e senza ombra di dubbio piacevole per i moltissimi osservatori, nulla di male; per quanto mi riguarda, senza alcuna spocchia, iattanza né tantomeno odio per gli organizzatori, non alzerò il naso all’insù, ma sicuramente mi godrò in giardino con alcuni compagni un bel piatto di misultitt alla griglia accompagnati da un buon bicchiere di rosso  Domasino delle Terre Lariane».

«Io, i misultitt freschi alla griglia li faccio così. Pulire e sfilettare i misultitt. Immergerli poi subito in una marinata con un po’ di sale, pepe, ginepro e una emulsione di olio , vino bianco e succo di limone. Passare poi i misultitt, dopo averli scolati dalla marinata,  in una panatura preparata con pangrattato mischiato a maggiorana e timo. Metterli ora, per breve tempo, su una griglia ben calda rigirandoli e bagnandoli ogni tanto anche con il liquido della marinata».

Brindisi alla vita: a Calolzio un percorso solidale di degustazione vini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

Torna su
LeccoToday è in caricamento