rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Notizie Alto e Basso Lago / Via Vittorio Veneto, 23

Bellano chiama a raccolta cittadini e imprese per una Comunità energetica locale

Avviato il progetto con la pubblicazione di un questionario da compilare. L'obiettivo? Aiutare contemporaneamente l'ambiente e i conti delle famiglie e delle attività economiche

Ancora una volta Bellano precorre i tempi. Nel comune lariano sta infatti nascendo il progetto di una comunità energetica, per il quale è in fase di distribuzione un questionario mirato a raccogliere le adesioni di cittadini ed enti.

Il Comune di Bellano, anche nell'ambito della "Manifestazione d'interesse per la presentazione di progetti di Comunità Energetiche Rinnovabili" di Regione Lombardia (in scadenza il 30 aprile 2023), intende assumere il ruolo di soggetto promotore e punto di riferimento per l'avvio di un percorso finalizzato alla nascita di Comunità energetica rinnovabile (Cer) nel proprio territorio, con l'obiettivo di aiutare contemporaneamente l'ambiente e i conti delle famiglie e delle imprese.

Cos'è una Cer?

La Comunità energetica rinnovabile (Cer) rappresenta un nuovo modello per produrre, consumare e condividere energia pulita a km 0, uno strumento per ripensare lo sviluppo del territorio mettendo al centro la partecipazione attiva delle persone e delle imprese perché insieme si possa dare un contributo alla transizione energetica.
La Comunità energetica rinnovabile può quindi essere definita come un insieme di cittadini, associazioni, attività commerciali, artigianali, industriali e di piccole e medie imprese che si uniscono per la produzione e la condivisione di energia elettrica a impatto zero prodotta attraverso impianti di energia rinnovabile. Rappresenta una nuova opportunità per ridurre le bollette e il proprio impatto ambientale sui consumi domestici e aziendali.

I vantaggi

Aderire alla Cer promossa dal Comune, informano dal Municipio, consentirebbe alcuni vantaggi: produrre e consumare energia pulita da fonti rinnovabili a km 0; coinvolgere la cittadinanza e le imprese del territorio; incentivi ventennali erogati da Gse-Gestore Servizi Energetici sull'energia condivisa; risparmio economico in bolletta fino a raggiungere l'autosufficienza energetica; forti ricadute sociali sul territorio.

Per partecipare alla Cer occorre compilare l'apposito questionario entro il 15 marzo. Sarà comunque possibile aderire alla Cer anche in un secondo momento, in quanto l'adesione è volontaria. Il questionario, ricordano dal Comune, non è vincolante ma ha lo scopo di informare e coinvolgere i cittadini, le attività̀ commerciali, le imprese (Pmi) e gli enti (enti territoriali e autorità̀ locali, enti di ricerca e formazione, enti religiosi, enti del terzo settore e di protezione ambientale) del Comune di Bellano per la raccolta delle manifestazioni di interesse per la costituzione di una Comunità energetica rinnovabile.

Gli amministratori: "Verso la transizione ecologica"

"Proseguono senza sosta le politiche a favore dell'ambiente, della transizione ecologica e di servizi e agevolazioni al cittadino promosse dal nostro Comune - afferma il sindaco di Bellano Antonio Rusconi - La costituzione della Comunità energetica rinnovabile è la sfida del prossimo futuro per i Comuni, e noi vogliamo essere pronti a vincerla. Lo dobbiamo al nostro ambiente, al futuro dei nostri giovani, al nostro pianeta. Produrre quanto più possibile energia pulita e a km 0 permetterà indubbi benefici ambientali, ma anche economici e sociali per cittadini e imprese bellanesi. Aderire al questionario permetterà a noi Comune di capire come impostare anche la domanda di partecipazione al bando promosso da Regione Lombardia in scadenza il prossimo 30 aprile".

"Tanti sono già gli interventi messi a punto per il nostro ambiente - prosegue il vicesindaco Leonardo Enicanti, con delega ai lavori pubblici - Ricordo l'efficientamento dell'illuminazione pubblica che entro il 2023 vedrà partire e concludersi i lavori, l'efficientamento del palazzo scolastico, del cinema e del Cdd, che ha permesso di eliminare il consumo di gas da questi edifici, il relamping (cambio punti luminosi con tecnologia Led) della quasi totalità degli edifici pubblici. Mentre siamo a buon punto per i prossimi progetti per efficientare anche Municipio e palestra comunale. Tutte azioni rivolte al risparmio sui consumi a beneficio dell'ambiente".

"Voglio ricordare anche altre azioni green - chiosa l'assessore al Bilancio Stefano Calvasina - Come le ben 6 colonnine di ricarica elettrica installate per auto, oltre alle 6 che verranno installate a breve per le e-bike, al car sharing elettrico e all'auto della polizia locale elettrica. Tutte azioni che dimostrano il concreto coinvolgimento del Comune di Bellano verso la transizione ecologica. Ora abbiamo davanti a noi la sfida per costituire la Comunità energetica di Bellano. Speriamo di raggiungere anche qui l'obiettivo prefissato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellano chiama a raccolta cittadini e imprese per una Comunità energetica locale

LeccoToday è in caricamento