rotate-mobile
L'iniziativa / Bellano

Il lungolago di Bellano diventa uno spazio espositivo a cielo aperto

Il Comune acquista 18 pannelli per allestire mostre fotografiche itineranti. In pole position Carlo Borlenghi, ma potranno esporre anche altri autori e i cittadini nei concorsi artistici

Il lungolago di Bellano come un enorme museo a cielo aperto, con lo sfondo magico e suggestivo del Lago di Como a creare ulteriore incanto.

L'ultima iniziativa dell'Amministrazione comunale bellanese strizza l'occhio sia all'arte sia al turismo. Il lungolago è destinato infatti a diventare uno spazio espositivo che periodicamente ospiterà mostre fotografiche. "I luoghi idonei non ci mancano - spiega il sindaco Antonio Rusconi - Abbiamo inoltre la fortuna di avere come cittadino un fuoriclasse della fotografia quale Carlo Borlenghi e a lui chiediamo la collaborazione".

L'Orrido di Bellano è la meraviglia lecchese, luogo simbolo "imbruttito"

Le mostre riguarderanno proprio opere dell'autore bellanese, da "Il Lago di Como" alla nuova (e ancora in fase di realizzazione) "Ritratto di Bellano", ma potranno esporre anche altri artisti, oppure "potremmo indire un concorso per cittadini e successivamente esporre i loro lavori" prosegue Rusconi.

Per poter mettere in pratica l'iniziativa il Comune si è dotato di 18 pannelli trasparenti di 100 x 140 centimetri, sorta di bacheche ideali per contenere stampe e fotografie. "Ricordano quelle utilizzate per ospitare la mostra itinerante sui cent'anni della Moto Guzzi lo scorso anno" chiosa il sindaco.

Gli spazi ora abbondano: manca soltantola fase creativae artistica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lungolago di Bellano diventa uno spazio espositivo a cielo aperto

LeccoToday è in caricamento