rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Notizie Bellano

Bellano sbarca sulla Rai: una fiction dedicata al maresciallo Maccadò

Commissionata la sceneggiatura per una serie televisiva incentrata sulle vicende del militare nato dalla penna di Andrea Vitali. L'annuncio alla Mostra del cinema di Venezia, dove si discute del richiamo del brand Lago di Como

Il maresciallo Ernesto Maccadò, protagonista dei romanzi di Andrea Vitali, sbarcherà sulla Rai in una fiction ambientata a Bellano.

Il grande annuncio è arrivato lunedì nella suggestiva cornice dell'hotel Excelsior di Venezia, durante la Mostra del cinema. L'attesa per questa notizia, che bolliva da tempo in pentola, era grandissima nel comune lariano. Rai fiction ha commissionato (anche) all'autore la sceneggiatura per una serie televisiva incentrata sulle vicende del militare nato dalla penna e dalla fantasia di Vitali.

Cosa sappiamo sulla serie

Come anticipato dal sindaco di Bellano Antonio Rusconi, la serie è attualmente in fase di scrittura. "Andrea sta collaborando alla stesura della sceneggiatura dei primi quattro episodi che comporranno la prima stagione della serie - ha dichiarato - Grazie alla Alexandra produzioni di Francesco De Blasi, e allo sceneggiatore Salvatore De Mola, lo stesso che ha trasposto la fortunata serie di Montalbano". 

Gli sceneggiatori hanno già effettuato una "tre giorni" di sopralluoghi a Bellano nei mesi scorsi. "In attesa di nuovi sviluppi per questa ulteriore avventura che attende Bellano, grazie a Don Davide Milani, Fabio Dadati e a tutti gli organizzatori dello stand della Camera di Commercio di Como/Lecco e dell'ente Fondazione dello spettacolo, gestito da Lariofiere" ha chiosato il sindaco.

Le potenzialità del Lario

E proprio allo stand lecchese alla Mostra del cinema di Venezia si è parlato delle grandi potenzialità del nostro territorio a livello di produzioni audiovisive. "Il paesaggio del lago ormai non è solo un paesaggio, ma un personaggio a tutti gli effetti, elemento principale nella storia: non è più un bello scenario ma diviene indispensabile per animare la storia" sono le parole di Andrea Vitali, ospite dell'evento moderato dal critico cinematografico Lorenzo Ciofani.

Lorenzo Riva, vicepresidente Camera di Commercio di Como-Lecco, ha affermato: "Condivido l'entusiasmo con il quale l'Ente camerale ha voluto partecipare, assieme agli altri partner, a questo importante evento. Il cinema costituisce certamente un'imperdibile opportunità per il Lago di Como. Si tratta di un settore significativo per lo sviluppo del turismo sia sulla sponda comasca sia su quella lecchese. Ma non solo. Il sistema produttivo lariano nel suo complesso è caratterizzato da competenze eccellenti in grado di rispondere in maniera adeguata e trasversale alle necessità delle produzioni cinematografiche e televisive, con evidenti ricadute positive in termini di contenimento delle spese di trasferta".  

All'evento ha preso parte monsignor Davide Milani, presidente Fondazione Ente dello Spettacolo: "È molto intelligente la volontà della Camera di Commercio di Como-Lecco di raccontare le potenzialità del 'sistema Lago di Como' alla 79^ edizione della Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia. L'alleanza con Fondazione Ente dello Spettacolo è la prosecuzione di un promettente percorso di studio e di intervento per fare crescere il legame tra queste terre e il cinema. Uno straordinario binomio che è occasione per il rilancio turistico ed economico ma soprattutto un potente strumento di crescita culturale".

Dadati: "Sostenere le piccole produzioni"

Ha fatto eco Fabio Dadati, presidente di Lariofiere: "Ci sono due realtà molto diverse che riguardano il cinema sul territorio lariano: le grandi produzioni americane, hollywoodiane, delle reti streaming, che arrivano in modo indipendente, hanno budget importanti, si muovono in autonomia scegliendo location sulla sponda occidentale e sul centro lago. Queste realtà ci scelgono non per la promozione o le attività di sostegno, ma per il brand Lago di Como. Poi ci sono le produzioni italiane e internazionali al di fuori di questi circuiti e che devono essere raggiunte, coinvolte, sostenute. Sono l'opportunità del resto del territorio: la sponda lecchese, le sue valli, la Brianza sia comasca che lecchese, il triangolo lariano. È su questo che ci stiamo impegnando da anni come Lariofiere in accordo con la Camera di Commercio di Como-Lecco. Un supporto determinante ci è dato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo che ci segue e ci aiuta, ci forma e ci indica la strada migliore. 'Ti scelgo non per il brand ma per ciò che puoi darci in termini di contenuti', questa è una delle opportunità per quei luoghi lariani che sono meno noti al grande pubblico internazionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellano sbarca sulla Rai: una fiction dedicata al maresciallo Maccadò

LeccoToday è in caricamento