rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
L'azienda pubblica / Pescarenico / Piazza Bione

Linee Lecco e la rivoluzione ‘digital green’ da un milione: “Biglietto elettronico, cambia la vita”

Bolle tanto nella pentola dell'azienda pubblica: oltre alla nuova bigliettazione, ecco pagamento con carte di credito e contapasseggeri. Ma anche biciclette per i disabili al parcheggio della ‘Ventina’, solidarietà per l'Ucraina e collaborazione con le scuole. E una nuova sede?

È un menù ricchissimo quello stilato da Linee Lecco. Il 2022, come spesso era stato annunciato sul finire dello scorso anno, sarà un anno di vera e propria rivoluzione per l'azienda pubblica di proprietà del Comune di Lecco. Azienda che, messe da parte le inevitabili difficoltà legate alla pandemia e al conseguente spopolamento dei mezzi di trasporto, ha intrapreso il percorso che porterà a introdurre delle novità sostanziali all'interno di piazza Bione. Quel luogo che oggi rappresenta la sede di Linee Lecco, ma che prima o poi dovrà essere lasciato per andare altrove, visto che “non è più idoneo a ospitare gli autobus elettrici”: la chiosa sull'argomento è dell'amministratore Mauro Frigerio, che ha precisato di “averne già parlato con il sindaco” Mauro Gattinoni e di avere “già individuato la location adatta” per la nuova sede insieme al fido direttore Salvatore Cappello. Se ne riparlerà, ovviamente.

conferenza linee lecco 24 marzo 202216 cappello gattinoni frigerio-2
Da sinistra: Cappello, Gattinoni e Frigerio BONACINA/LECCOTODAY

Tanti gli argomenti trattati dai dirigenti e dal primo cittadino durante una conferenza stampa fiume tenutasi proprio all'interno della sede di Linee Lecco. L'azienda investirà circa un milione di euro per dar vita a bigliettazione elettronica, con relativa gestione dei dati sensibili, contapasseggeri e sistema di pagamento Emv (carte di credito), ma altre spese sono state e saranno fatte tra formazione, acquisto di un autobus da noleggio, il decimo della flotta e mobilità sostenibile per i diversamente abili. Senza dimenticare la disponibilità a fare la propria parte sul tema della guerra in Ucraina e ad aprirsi alla collaborazione con le scuole, Politecnico in primis:

Le novità di Linee Lecco per il 2022

Tutte le novità ‘digitali’ saranno presentate durante una conferenza stampa già organizzata per il prossimo 7 aprile, ma Gattinoni, Frigerio e Cappello mettono sul tavolo già un corposo assaggio di ciò che un po' già c'è e un po' arriverà nei prossimi mesi: “Stiamo spendendo un volume importante di risorse anche per quanto riguarda la gestione informatica, soldi che non ci vengono riconosciuti da nessuno”, ha premesso l'amministratore Frigerio. Tra le varie cose, il bilancio consuntivo 2021 non si può chiudere “perché non si capisce a quanto ammonterà la parte dei ristori statali. Quel numerino può stravolgere il nostro bilancio e condizionare il bilancio di previsione 2022”.

Torna in cima

conferenza linee lecco 24 marzo 202218 mauro frigerio-2
Mauro Frigerio BONACINA/LECCOTODAY

Linee Lecco: arriva il biglietto elettronico

Parte focale del piano d'investimenti 2022 è la bigliettazione elettronica. Si tratta di un progetto “bigliettazione elettronica partito iniziato addirittura nel 2016 con un bando mondiale vinto dall’allora Xerox”, ha spiegato Salvatore Cappello, direttore di Linee Lecco, specificando che sarò “una novità in grado di cambiare la vita dei lecchesi, anche perchè saremo la prima città della Lombardia a introdurla”. Non temporaneamente prevista “l’integrazione tariffaria, ma Lecco vuole partire con questo nuovo sistema” attraverso la distribuzione “di un sistema informatico in 30 rivendite della città”, mentre l’azienda pubblica si è dotata già di 67 validatori su 40 autobus. Di fatto sparirà il biglietto di carta dopo una sperimentazione che durerà almeno 6 mesi sul biglietto di corsa semplice, per poi passare a pluricorse, biglietti giornalieri e abbonamenti. Si potrà, ovviamente, comprare tutto direttamente sul pullman, ma è già stato sostenuto un incontro con Fulvia Nava, presidente dei tabaccai di Lecco, per coordinare le parti.

conferenza linee lecco 24 marzo 202217 salvatore cappello-2
Salvatore Cappello BONACINA/LECCOTODAY

Mauro Gattinoni, sindaco di Lecco, ha specificato che il pezzetto fa parte della “strategia per il trasporto pubblico, un sistema coordinato di azioni che dovrà produrre degli effetti”. Le azioni “non vanno viste individualmente, perché prese d’insieme possono realmente cambiare la vita dei cittadini: bus gratis per gli under 19, tariffazione dei parcheggi, contapasseggeri e bigliettazione elettronica, tutti big data che permetteranno di riformulare le linee”. L’obiettivo? “Alleggerire il traffico, rendendo veramente praticabile l’alternativa all’auto privata. La città va resa realmente percorribile in modo diverso, anche guardando oltre il semplice trasporto in pubblica: c’è lo sharing multimodale (minicar, bici e monopattini), per dire”. La visione “è di scala sovracomunale, lo studio che facciamo ha come bacino di riferimento almeno 80mila abitanti e punta a scaricare il sovraccarico che si vede tutti i giorni”.

conferenza linee lecco 24 marzo 202215 mauro gattinoni-2
Mauro Gattinoni BONACINA/LECCOTODAY

L'introduzione potrebbe avvenire già in estate, in vista della ripartenza delle scuole. Necessaria anche la sostituzione di tutte le tessere “Ti porto io” per gli under 19. Nello specifico è già stato fatto un ordine di 25mila euro per le tessere, ma sarà rilasciato anche un codice usa e getta, verosimilmente un qr code, a coloro che acquisteranno il biglietto da tenere semplicemente sul telefonino o stampare. Il controllore capirà subito se il biglietto sarà stato validato o meno e lo stesso sistema di controllo sarà digitalizzato.

Investimento totale: 762mila euro, il 45-50% coperto da Regione Lombardia.

Torna in cima

conferenza linee lecco 24 marzo 202213 bigliettazione elettronica-2

Linee Lecco: il contapasseggeri sui pullman

Si tratta di un sistema in test sui mezzi già dalla scorsa settimana, composto da delle telecamere ottiche che contano i passeggeri in entrata e uscita. Cappello ha spiegato che “la cosa fondamentale per la vita stessa dell’azienda sarà quella legata alla possibilità di tracciare i dati reali di trasporto, che sia per corsa, linea, giorno, settimana, mese o anno. Ci verrà fornita una marea d’informazioni che permetterà di analizzare il comportamento dei cittadini e, più in generale, degli utenti”. Il sistema è attualmente usato a Brescia e Bergamo, il che permetterà “di andare sul sicuro” e già oggi consente “di avere dei dati sui quali è possibile lavorare. La cittadinanza vede solo la scritta ‘posti disponibili’, ma per noi c’è tutto un mondo dietro”.

Investimento: 150mila euro.

Torna in cima

pullman conta passeggeri conferenza linee lecco 24 marzo 202210-2

Sui pullman di Lecco si paga con la carta di credito

La prima novità a partire è quella relativa al sistema Emv (Europay Mastercard Visa), standard globalmente riconosciuto per l'utilizzo di smart card, terminali Pos e sportelli Atm per effettuare transazioni ocn carte di credito e di debito. La data ‘x’ è prevista intorno a Pasqua: “Basterà appoggiare la carta sullo strumento installato sui pullman per pagare il biglietto”. Si tratta di una novità “voluta fortemente anche per andare incontro all’utenza turistica, un vero e proprio fiore all’occhiello per tutta la città - ha spiegato Cappello -, che noi stessi stiamo provando in questi giorni. È veramente semplicissimo”. I punti di forza sono quelli “della velocità e dell’economia, dato che non servirà nemmeno più il biglietto materiale”, permettendo anche “di dare dei report su quali saranno le carte di credito più utilizzate, tracciando la tipologia di utenza turistica che fruirà dei nostri servizi”. Il sistema attualmente figura in varie città, tra cui Genova.

Torna in cima

conferenza linee lecco 24 marzo 202211 sistema emv carte di credito-2

La solidarietà per l’Ucraina: gratis sui pullman di Lecco

L'amministratore Mauro Frigerio ha spiegato che ci si muoverà “dentro il contesto della Prefettura di Lecco”, mentre il sindaco Gattinoni ha specificato che “le iniziative sono state di grandissima spontaneità e di vario genere durante queste due settimane. In questa prima fase ci sono 320 persone accolte in provincia e prevalentemente hanno trovato loro stessi una sistemazione, in più abbiamo 400 posti letto dislocati su tutto il territorio e inseriti nel sistema di accoglienza”. È facile prevedere “l’arrivo di qualche profugo dopo l’assegnazione da parte dello Stato e ogni iniziativa spontanea rischia di essere controproducente, se non inserita in un circuito ordinato e coordinato”. Autorizzata, quindi, la gratuità dei sistemi di trasporto entro i 5 giorni di arrivo del profugo sul territorio nazionale: “Noi vorremmo fare di più per aiutare queste persone a muoversi nel bacino della città. Non si tratta di un privilegio, hanno la guerra in casa…”.

Torna in cima

Il pullman ‘Don Rodrigo’

Nei programmi a breve termine c'è l'acquisto degli ultimi tre autobus diesel, costo 250mila euro cadauno, per poi passare in via definitiva ai mezzi elettrici (500mila euro), sui quali saranno traslati tutti i sistemi tecnologici di cui sopra. Tra i mezzi noleggiabili entrerà a far parte il ‘Don Rodrigo’ da 30-35 posti, spesa 170mila euro, che porterà la flotta ‘manzoniana’ a toccare i 10 mezzi, coprendo il range che va dai 20 ai 63 posti. Nei prossimi giorni arriverà il bando di gara per l’acquisto.

Torna in cima

Mobilità sostenibile per i diversamente abili: la bici ‘Aspasso’

Per il momento la flotta sulle due biciclette date in gestione, ma è già stato completato l'acquisto di altre quattro, in arrivo a maggio, “per permettere alle varie tipologie di soggetti diversamente abili di poter avere il piacere di andare a fare un giro sul lago”, ha spiegato Frigerio, aggiungendo che “nel parcheggio della ‘Ventina’ sarà realizzato un paddock con delle stazioni di ricarica e un kit di manutenzione semplice, dove i mezzi potranno essere lasciati in totale sicurezza”. Sul lato informatico “sarà realizzato un software per la formazione dell’utente”. L'utilizzo sarà gratuito.

conferenza linee lecco biciclette disabili aspasso 24 marzo 20223-2

“Del resto noi dobbiamo eticamente reinvestire l’utile dell’azienda, andando incontro a chi è più in difficoltà rispetto a noi”. Il lavoro di sviluppo, secondo l’amministratore, dovrebbe essere coordinato “dalle associazioni sportive o di volontariato come il ‘Pedale Lecchese’, per fare un esempio, ma potrei citare anche l’‘Oltretutto’. Io spendo i soldi, ma non voglio che siano buttati dalla finestra e l’ho spiegato anche all’assessore al welfare Manzoni. Non possiamo lasciare che la bicicletta sparisca”.

Investimento: 33mila e 313 euro per l’acquisto, oltre a 50mila euro con la realizzazione del paddock all’interno del silos di Pescarenico.

Torna in cima

Formazione del personale Linee Lecco

L’azienda, ha spiegato Cappello, “si deve espandere e guardare a tutta l’area tecnologica con l’inserimento di due ingegneri ambientali, in grado di guardare a tutto lo sviluppo futuro”. La stessa analisi dei dati “dovrà essere continua e costante, altrimenti verrebbe vanificato tutto l’enorme lavoro di raccolta che verrà svolto”. Il personale “si deve elevare quantitativamente e qualitativamente” ed è previsto l'affiancamento al responsabile del Ced già individuato. Tutti i dipendenti hanno svolto 8 ore di lezione durante gli ultimi due mesi, come reso noto da Frigerio: “Era necessario riavviare la parte di cervello destinata all’attività scolastica, perchè tutte queste persone dovranno ‘andare a scuola’ per imparare a guidare e fare manutenzione a un autobus elettrico, per dire”.

Torna in cima

Bilancio di sostenibilità e collaborazione con gli enti

Per quanto riguarda il bilancio di sostenibilità, da predisporre entro la fine dell'anno, Frigerio ha precisato che “è un percorso che stiamo facendo con due persone all’interno dell’azienda, ma anche insieme a dei consulenti esterni”. Sul lato del rapporto con gli enti, l’amministratore ha citato “l’affidamento del parcheggio al Parco del Curone, la riorganizzazione dei flussi ai Piani Resinelli, a Olginate ci è stato chiesto un aiuto per gestire l’area dei camper, a Casargo daremo una mano per la gestione di altri servizi”. La consulenza “è gratuita, ma dare un aiuto vuol dire distogliere il personale da altri temi. Ne ho parlato con il sindaco: come possiamo aiutare i piccoli comuni senza disperdere risorse? Gli ho chiesto di formalizzare questo tema, per capire se sarà necessario creare un altro ramo d’azienda”.

Le nuove opportunità “non possono diventare un limite, ma un’opportunità di crescita per l’azienda. È servita anche un po’ di durezza nei confronti dei dipendenti che hanno storto il naso davanti al cambiamento: non si torna indietro da questo cambiamento, è un percorso irreversibile e abbiamo fatto di tutto per non diventare l’Atac di Lecco”.

Torna in cima

La collaborazione con Politecnico e scuole superiori

Insieme agli universitari sarà svolto un lavoro comune legato “alla mobilità in generale”, che darà vita a due distinte giornate di lavoro tra la fine di marzo e la metà di aprile “per acquisire una serie di competenze” insieme al professor Bocciolone e ai suoi studenti: “Dobbiamo progettare e lavorare insieme. Mettere insieme tante teste è faticoso, ma permette di evitare delle fughe in avanti con relativi errori”, ha analizzato Frigerio. L'amministratore ha poi concluso specificando che “in questo momento da noi c’è uno studente del ‘Parini’, mentre la prossima settimana avremo qui una ragazza disabile del medesimo istituto cittadino”.

Torna in cima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linee Lecco e la rivoluzione ‘digital green’ da un milione: “Biglietto elettronico, cambia la vita”

LeccoToday è in caricamento