menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una sessantina di persone ai Piani di Bobbio per "Sicuri con la neve"

Campagna permanente per la sicurezza della frequentazione della montagna in inverno con il Soccorso alpino, il Cai e la società alpinistica Falc. Fra i partecipanti numerosi giovani

In tutta Italia domenica si sono svolte le iniziative organizzate nell’ambito di "Sicuri con la neve", campagna permanente per la sicurezza della frequentazione della montagna in inverno. Non è mancato all'appello il Lecchese: ai Piani di Bobbio oltre una sessantina di persone hanno partecipato ai quattro campi di esercitazione organizzati dal Cnsas, XIX Delegazione Lariana, e dal Cai (Club alpino italiano) e dalla Falc (Ferant Alpes Laetitiam Cordibus), una delle più antiche società alpinistiche milanesi. 

Bobbio: tre interventi dell'elisoccorso sulle piste

Una quarantina le persone impegnate per predisporre i quattro differenti scenari: ricerca singola, ricerca multipla, ricerca per sensibilità (vista e udito) e campo con la presenza di unità cinofile da ricerca in valanga. Da evidenziare la presenza di una decina di ragazzi, molto giovani, appartenenti a un gruppo scout. Una lezione teorica si è tenuta all'interno di Baita Ciapin, centro di formazione del Cnsas Lombardo, con la presenza di un istruttore e di un medico del Cnsas e di un istruttore del Cai. Un ringraziamento è andato dal Soccorso alpino ai ragazzi del Cai di Barzio, che hanno messo a disposizione la loro struttura, come pure a Itb (Imprese turistiche barziesi) che ha agevolato come ogni anno l'organizzazione dell'iniziativa.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.sicurinmontagna.it., dove è possibile trovare informazioni e scaricare materiale gratuito per una maggiore consapevolezza in montagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento