menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Klaudia Lorens e Luca Prinzivalli.

Klaudia Lorens e Luca Prinzivalli.

Auto storiche e pezzi di ricambio, il successo di Luca e Klaudia in Polonia

La storia di due giovani coniugi di Brivio che si sono trasferiti nel Paese dell'Est dove hanno visto premiare il loro lavoro grazie anche alla vendita online

Da hobby è diventato lavoro. Prima hanno aperto un'attività di rivendita di pezzi di ricambio per auto storiche, poi hanno deciso di sbarcare su internet e di trasferirsi in Polonia. Qui i clienti del posto hanno apprezzato la loro professionalità e nei giorni scorsi gli operatori del settore li hanno premiati con il riconoscimento "Aquile d'oro". Protagonisti della bella notizia in ambito lavorativo - e di questi tempi difficili causa covid è una gioia che vale doppio - una coppia di coniugi di Brivio trasferitasi nella cittadina polacca di Rowne: Luca Prinzivalli e Klaudia Lorens. I due ci hanno raccontato la loro storia, precisando che al momento, si spostano tra l'Italia e il Paese dell'Est.

«Quando conobbi mio marito stava costruendo la sua prima 500 da zero»

«Mi chiamo Klaudia, e da poco più di due anni io e mio marito Luca abbiamo aperto insieme un negozio di vendita online di ricambi per fiat 500 d’epoca e 126, in Polonia - racconta Lorens - In verità la realtà di venditori di pezzi di ricambi per auto d'epoca era iniziata ben prima, ma in Italia. Tutto cominciò con una grande passione da parte di mio marito verso questo modello di macchine. Quando ci eravamo conosciuti 10 anni fa stava costruendo da zero la sua prima 500».

Premio Polonia-2

Per Prinzivalli all'inizio era un hobby, un passatempo dopo le giornate al lavoro. «Luca ha sempre lavorato tanto, infatti già a 18 anni aprì la sua prima azienda - aggiunge la moglie - Mi ricordo che spesso di domenica partecipavamo a raduni o gite nel Lecchese e in altre località d'Italia con la nostra piccola 500. Luca iniziò a farsi conoscere, i suoi lavori di meccanica piacevano, ed essendo nel mondo delle auto storiche avevamo molte conoscenze. La passione è diventata poi lavoro, prima con piccole attività, per poi aprire il nostro negozio online su ebay in Italia "Preparazione by Prinzivalli". All’inizio non fu per niente facile, ci è voluto tempo per farci strada tra la concorrenza». 

Polonia 2-2

«La mia conoscenza della lingua polacca ci ha aiutati»

La fama del piccolo negozietto online, ha iniziato a espandersi anche in Polonia... «Purtroppo i ricambi per le mitiche 126 non vengono più prodotti, e quindi un proprietario della fatidica macchina è obbligato a rivolgersi al mondo di internet. Si era presto sparsa la voce che, essendo io polacca, il cliente poteva facilmente chiudere la compravendita al telefono senza entrare in problematiche legate alla barriera linguistica - aggiunge Klaudia Lorens - La nostra clientela ha così iniziato via via a crescere. A dire la verità non ci saremmo mai aspettati così tante persone interessate al mondo delle auto d'epoca».

Premio 4-2

Luca iniziò allora a pensare di portare l'officina in Polonia. «Io non ero d'accordo, non ero per nulla convinta - continua Klaudia - A distanza di anni, posso invece dire che abbiamo fatto la scelta giusta. Con tanti sacrifici abbiamo creato la "PBP Klaudia Lorens". Pbp sta per preparazioni by Prinzivalli. Quando nei giorni scorsi ci hanno contattati  per dirci che la nostra attività ha ottenuto il riconoscimento "Zlote orly” ossia "Aquile d'oro",  con il terzo posto per meriti raggiunti nel campo della motorizzazione, siamo rimasti molto felici.  È stata la conferma che abbiamo fatto bene a prendere questa strada».

La protesta degli ambulanti al mercato di Lecco: «Chiediamo solo di poter lavorare e di non essere discriminati»

Spazio quindi a un dolce pensiero rivolto a Luca: «Sono fiera di mio marito, che decise di venire nel mio Paese natale e di fidarsi del mio aiuto lavorativo. Deve studiare ancora un pò la lingua, ma so che ce la può fare. Ovviamente non siamo ancora arrivati dove vorremo, però siamo sulla buona strada. Ringraziamo ancora le persone che ci hanno sostenuto credendo in noi e ovviamente la nostra clientela che continua a sostenerci con un bel passaparola».

Luca ricambia ringraziando Klaudia e precisando infine: «Io sono di Brivio, al momento facciamo avanti e indietro, una settimana in Italia e l'altra in Polonia, compatibilmente con le limitazioni legate alla pandemia. Questo perchè ho ancora alcuni impegni lavorativi nel Lecchese. Più avanti l'idea è quella di trasferirci definitamente là. Klaudia era venuta ad abitare da piccola con i suoi parenti in Italia. Dieci anni fa ci siamo conosciuti e poi sposati arrivando a condividere anche questa esperienza lavorativa che ora ci sta regalando delle belle soddisfazioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento