Notizie Calco

Al via i campi scuola degli alpini di Lecco. Da ieri a Calco, poi ad Artavaggio

Molte le attività all'insegna dei valori delle penne nere

Alzabandiera mercoledì 14 maggio al campo scuola organizzato dalle sezioni di Lecco e di Milano dell’associazione nazionale alpini presso Villa Grugana di Calco. Sono oltre 120 i ragazzi e le ragazze di quarta e quinta elementare, di prima e seconda media che fino a domenica saranno impegnati con le penne nere in una ricca serie di proposte per vivere fino in fondo lo spirito alpino e i valori portati avanti dall'associazione, divertendosi e condividendo molte delle attività normalmente svolte dagli alpini in congedo.

Sarà così anche oggi (giovedì), quando i partecipanti al campo lavoreranno con i diversi settori di intervento della Protezione civile Ana, a Lecco coordinata da Cristian Mornico, incontrando gli uomini delle squadre antincendio e delle telecomunicazioni, il gruppo dei cinofili e quello specializzato nell’utilizzo dei droni. Teoria e pratica si alterneranno nel corso della giornata per consentire ai ragazzi di meglio comprendere il campo d’azione della Protezione civile e insieme imparare i primi rudimenti degli interventi di emergenza.

L'iniziativa delle penne nere a Calco.

I giovanissimi iscritti al campo - da segnalare che i posti disponibili sono andati esauriti in una sola giornata - stanno vivendo queste giornate organizzati in battaglioni e brigate, ospiti dell’attendamento (20 le tende a disposizione, ognuna con un responsabile adulto) allestito nel parco di Villa Grugana dai soci dell’Ana che curano pure tutta l’organizzazione e i servizi necessari.

Complessivamente sono una sessantina le penne nere che, coordinate dal capo campo Dino Sala, ogni giorno sono presenti al campo scuola per seguire i diversi gruppi di ragazzi, assisterli nelle varie iniziative, garantire eventuale assistenza sanitaria, preparare pranzi e cene, assicurare la vigilanza notturna e accompagnarli nelle iniziative esterne come la visita alla Linea Cadorna e a Forte Montecchio, sull'Alto Lago, sulle tracce delle testimonianze della Prima Guerra Mondiale.

Campo scuola alpini 1.

Non mancano inoltre, com’è nella tradizione alpina, delle brevi escursioni nei boschi della zona così come i primi cimenti in palestra di roccia, con i partecipanti assistiti da istruttori e accompagnatori specializzati, e ancora l’approccio a quelle attività di primo soccorso che possono compiere anche i più piccoli. Insomma un’esperienza a tutto tondo che nelle precedenti occasioni ha riscosso grande successo tra i partecipanti.

Emiliano Invernizzi: "Promuoviamo i valori delle penne nere"

"I campi scuola - sottolinea Emiliano Invernizzi, presidente della sezione Ana di Lecco - si stanno dimostrando uno strumento intelligente e lungimirante giustamente incentivato dai responsabili dell’associazione. Non è la un po’ scontata opportunità di occupazione del tempo libero: è la proposta di una intensa esperienza di vita a stretto contatto con la natura ma anche e soprattutto, cosa a cui teniamo particolarmente, con i valori che sono all’origine della nostra associazione, che tramandiamo da generazioni e che continuano ad essere validi e importanti anche per i nostri tempi. Amicizia, solidarietà, aiuto reciproco, rispetto per le nostre tradizioni e per la storia delle penne nere: sono i valori che sintetizziamo con la parola alpinità e che crediamo possano far breccia anche tra bambini e ragazzi".

Campo scuola alpini 3

"Finiti i tempi del servizio militare obbligatorio, quella dei campi scuola è in prospettiva una grande opportunità pure per far conoscere la realtà dei militari in armi delle truppe alpine, e fors’anche per far crescere l’attenzione verso questo possibile impegno futuro. Come associazione alpini, come sezione di Lecco dell’Ana - conclude Invernizzi - abbiamo ancora tanto da fare e da dare alle giovani generazioni".

Il raduno sezionale al rifugio Cazzaniga-Merlini

Un altro campo scuola riservato ai più grandicelli - terza media, prima e seconda superiore - è in programma dal 22 al 25 giugno presso il rifugio Cazzaniga Merlini ai Piani di Artavaggio: sempre per iniziativa delle sezioni Ana di Lecco e Milano. Una trentina tra ragazze e ragazzi saranno alloggiati ai 1900 metri del rifugio di proprietà degli alpini lecchesi cimentandosi in escursioni di media montagna e nell’arrampicata (sempre accompagnati da istruttori e guide, con l’assistenza di una ventina di soci dell’Ana), incontrando poi le diverse iniziative ed esperienze di Protezione civile. Il campo si concluderà domenica 25 giugno: ma prima dell’ammaina bandiera grande festa con le penne nere di Lecco che si ritrovano al Cazzaniga-Merlini per il consueto raduno sezionale.

Campo scuola alpini 4.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i campi scuola degli alpini di Lecco. Da ieri a Calco, poi ad Artavaggio
LeccoToday è in caricamento