Martedì, 18 Maggio 2021
Notizie Via Fratelli Calvi, 62

L'abbraccio alla bisnonna di Calolzio per i suoi 104 anni

Anna Maria Valsecchi, ospite alla Casa "Madonna della Fiducia", ha ricevuto per il suo compleanno la visita dei famigliari, del sindaco Marco Ghezzi e dell'assessore Tina Balossi

Parenti e autorità insieme ad Anna Maria Valsecchi.

Prima di 7 figili, mamma di due, e bisnonna di tre nipoti. Anna Maria Valsecchi, nata a Gaggio, frazione di Rossino, il 31 ottobre 1915, ha appena festeggiato i 104 anni. Per l'occasione la "nonna bis" più anziana di Calolziocorte e della Rsa Casa "Madonna della Fiducia" di Foppenico dove attualmente è ospite, è stata abbracciata dai suoi famigliari e dalle autorità locali.

Nei giorni scorsi le hanno fatto visita in particolare i figli Mira e Antonio con Daniela, Walter con Ylenia e la piccola Camilla,  tutti i nipoti e l’amica Lorenza. Con loro anche il sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi e l'assessore ai Servizi sociali Tina Balossi. Un momento di grande affetto nel quale alla donna è stato consegnato anche l'immancabile mazzo di fiori con il biglietto dei 104 anni. Nell'occasione i parenti hanno anche ripercorso le tappe più significative della vita di Anna Maria.

Festa alla Casa "Madonna della Fiducia" per i 100 anni di nonna Cornelia Conti

Prima rimasta orfana di padre, poi della madre quando l’ultimo dei suoi fratelli aveva pochi mesi, Anna Maria Valsecchi si è occupata della numerosa famiglia facendo loro da mamma con l’appoggio di uno zio prete,  grazie al quale aveva trovato lavoro come guardarobiera in un Istituto di bambini orfani a Borgo Palazzo, in provincia di Bergamo. Ricorda che lo zio portava lei e i suoi fratelli in vacanza alle fonti Gaverina, viaggiavano sul treno alimentato a carbone o con la Littorina... «Prima però ci si fermava in edicola a comprare “Il Monello”». Sposata a 34 anni dopo aver aspettato il marito di ritorno dalla guerra, era andata a vivere con la famiglia del futuro sposo com'era in uso ai tempi. Il mattino presto andava “a prendere il posto al fontanone di Gaggio per lavare i panni. Brava nel ricamo, sua grande passione, ricamò la dote dei figli. Le è sempre piaciuto leggere e lo ha fatto sino ai 100 anni senza occhiali. Brava anche in cucina, bisnonna Anna Maria ha preparato la polenta fino a 97 anni. Ricorda ancora con piacere il mercato in centro a Calolzio del dopoguerra dove lei scendeva tutti i martedì a piedi oppure con il calesse, e il minestrone di verdura preprato quasi ogni sera, suo consiglio per la longevità. 

Festeggiando Anna Maria Valsecchi, i suoi famigliari, le autorità locali e gli operatori della casa di riposo hanno così riscoperto anche un'autentica testimonianza di storia calolziese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'abbraccio alla bisnonna di Calolzio per i suoi 104 anni

LeccoToday è in caricamento