menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Operatori commerciali con le mascherine questa mattina al mercato del Lavello. Sotto altre foto scattate oggi, martedì 19 maggio. In coda a misurare la temperatura anche il sindaco Ghezzi.

Operatori commerciali con le mascherine questa mattina al mercato del Lavello. Sotto altre foto scattate oggi, martedì 19 maggio. In coda a misurare la temperatura anche il sindaco Ghezzi.

Buona riuscita per il primo mercato al completo, riaprono anche bar e negozi: prove di normalità a Calolzio

Ingresso più ampio, buon afflusso di clienti e poche code al Lavello. La città riparte dopo il lockdown, ma impressionano le saracinesce abbassate lungo la centralissima corso Dante

Esito positivo per il secondo mercato di Calolzio post lockdown, il primo al completo dopo l'emergenza Covid. Un ingresso più ampio e poche code rispetto a settimana scorsa, prova della temperatura, quattro uscite, niente assembramenti o situazioni a rischio, praticamente tutti con le mascherine, transenne per delimitare meglio l'area e i passaggi in zona Lavello. Buona anche la presenza di clienti che hanno potuto così accedere a tutti gli stand (in totale circa 130) e non solo agli alimentari come martedì scorso.

Presente il personale della Protezione civile comunale con la coordinatrice Sonia Mazzoleni e l'assessore Cristina Valsecchi. Sul posto anche il sindaco Marco Ghezzi che come tutti ha provato la temperatura allo scanner posizionato all'entrata (strada lato Dancing Club) e l'assessore Dario Gandolfi, il quale sia oggi sia martedì scorso ha curato gli aspetti legati all'organizzazione e alla sicurezza. «Per Calolzio il mercato è molto importante - ha ricordato Gandolfi - e quindi abbiamo curato al meglio ogni aspetto organizzativo per garantire sia il buono svolgimento dell'attività commerciale a favore di ambulanti e cittadini, sia la sicurezza. Il passaggio dallo scanner per la misurazione della temperatura è veloce e con questo ampio ingresso tutto è più semplice. Anche il Dancing ha collaborato mettendo a diposizione altri posteggi». 

Operativi inoltre gli agenti della Polizia locale che hanno monitorato la presenza di un numero congruo di clienti all'interno dell'area mercato. «La gente si sta comportando bene mantendo le distanze e indossando le mascherine, questa è la cosa più importante - ha commentato Sonia Mazzoleni - non ci sono code, e anche gli ambulanti collaborano monitorando la situazione agli stand affinchè non si creino assembramenti».

Prove di normalità, a Calolzio il mercato torna al completo

Tra ieri e oggi a Calolziocorte hanno riaperto anche molti bar, negozi e parrucchieri, che si aggiungo ad alimentari, edicole e tabaccai già operativi dalle scorse settimane. «Avevamo voglia di riprendere, anche se sappiamo che sarà dura. Giusto pensare alla sicurezza, ma servono regole più semplici e chiare» - il messaggio ribadito da alcuni esercenti che abbiamo incontrato. Il centro torna dunque a rianimarsi in modo ordinato, c'è voglia di tornare alla normalità.

Tanti immobili vuoti, situazione preoccupante da tempo 

Stona però vedere tante saracinesche abbassate lungo la Lecco-Bergamo e immobili vuoti in cerca di affitto, in particolare in corso Dante tra via Galli e il semaforo del centro. Ma qui la situazione di crisi con tante attività chiuse si era già manifestata prima dell'emergenza Covid. Ora la sfida è non arrendersi e sostenere quel piccolo e medio commercio che rappresenta un valore importante per il tessuto socio aggregativo di paesi e città.

Controlli dei carabinieri a Calolzio, 39enne arrestato per spaccio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento