Sempre più innamorati del castello di Rossino: anche da Russia e Usa per sposarsi a Calolzio

Grazie alla suggestiva location aumentano i matrimoni civili in città. Sindaco e colleghi "prenotati" per molti week-end. Coppie straniere affascinate dal lago e dai luoghi manzoniani

Il castello di Rossino (foto dalla pagina Facebook del Castello).

Un'attrice e un regista francese hanno perfino allestito un set cinematografico per rendere ancora più speciale il loro fatidico "Sì". Alcune coppie sono arrivate da altri continenti, in particolare dall'America, o più semplicemente da altre regioni d'Italia. Tutte accomunate dal desiderio di sposarsi nella suggestiva cornice del castello di Rossino.

Grazie a questo successo a Calolzio si è verificato un vero e proprio boom di matrimoni, in particolare civili. La notizia è stata confermata dal sindaco Marco Ghezzi in occasione di una conferenza stampa dedicata al bilancio del primo anno e mezzo di mandato della sua Amministrazione.

Per il Consigliere Ebe Pedeferri il ruolo di "celebrante"

Tra gli impegni, che talvolta hanno interessato il sindaco stesso e gli assessori Tina Balossi e Cristina Valsecchi c'è stato proprio quello di "celebranti" in qualità di ufficiali di stato civile, con fascia tricolore in spalla. In realtà chi ha officiato più matrimoni è stato il Consigliere comunale Ebe Pedeferri che ha ricevuto una sorta di delega per queste speciali occasioni. 

Successo per gli open day dell'Istituto comprensivo di Calolzio

«Nel 2019 le unioni civili sono state quasi 50, in netta crescita grazie al  fatto che un numero crescente e davvero significativo di coppie sceglie il castello di Rossino come luogo per le nozze - conferma Marco Ghezzi - Ci sono già oltre venti prenotazioni per il prossimo anno, come potete vedere da questo prospetto che ci vede già "arruolati" per le celebrazioni. Il maggior numero di matrimoni sarà officiato da Ebe Pedeferri, che sta svolgendo con grande impegno e coinvolgimento questo ruolo. Si tratta di una bella notizia, una promozione anche per la nostra città. C'è chi viene a sposarsi a Rossino anche da Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna e altri Paesi Europei, ma soprattutto da altre regioni d'Italia. Il motivo è presto detto - conclude il primo cittadino - Non solo la splendida location, ma anche e soprattutto il richiamo del lago e dei luoghi Manzoniani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

Torna su
LeccoToday è in caricamento