menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della commemorazione oggi al monumento dei caduti di Calolziocorte.

Un momento della commemorazione oggi al monumento dei caduti di Calolziocorte.

IV Novembre a Calolzio, niente corteo ma due momenti di commemorazione

Alzabandiera e discorso del sindaco ai monumenti dedicai ai caduti in centro città e a Rossino. Presenti i rappresentati delle associazioni

Niente corteo per le disposizioni di sicurezza anticovid, ma la cerimonia del IV Novembre a Calolziocorte è stata ancora una volta molto sentita. Due i momenti commemorativi organizzati dal Comune in accordo con le associazioni "A ricordo del sacrificio di quanti hanno combattuto per la Giustizia e la Libertà del nostro Paese".

Alle 11 è stata deposta la corona di alloro al momento ai caduti situato lungo la salita che collega corso Dante con la chiesa Arcipresbiterale (vedi le foto scattate da Giorgio Toneatto). Dopo l'alzabandiera, il discorso del sindaco Marco Ghezzi il quale ha ringraziato le associazioni d'arma presenti ricordando l'articolo 11 della Costituzione che ripudia la guerra come strumento di risoluzione delle controversie internazionali. 

«Pur senza corteo, abbiamo ritenuto giusto promuovere questo significativo momento di memoria per commemorare la data nella quale si è chiusa la Prima Guerra mondiale - he ricordato Ghezzi - dopo l'alzabandiera della mattina, abbiamo replicato la cerimonia alle 15 al parco dei Caduti di Rossino con la deposizione di un'altra corona d'alloro. È importante tenere sempre vivo il ricordo dei nostri caduti». Presenti, tra gli altri, gli alpini, i Marinai, l'Avis, la Pro loco e i Volontari del Soccorso.

Calolzio: «Lasciate aperti i circoli, importante presidio d'ascolto e di aiuto alle persone più fragili»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento