«Troppo traffico e disagi, basta lavori sulla Lecco-Bergamo nelle ore diurne»

L'affondo di Cambia Calolzio: «Giornata di ordinaria follia sulla ex 639. Autorizzare opere in pieno giorno significa creare code estenuanti per chi transita nel Calolziese»

Disagi alla viabilità nei giorni scorsi lungo corso Europa, con lunghe code e rallentamenti causa lavori in zona Sala. Il gruppo di opposizione "Cambia Calolzio" critica il via libera al cantiere da parte del Comune. «Autorizzare l'esecuzione dei lavori in pieno giorno lungo la strada statale Lecco Bergamo significa creare disagi e code estenuanti per chi è costretto a transitare sulla viabilità del nostro territorio - dichiara il capogruppo Diego Colosimo - Tanti automobilisti sono rimasti bloccati, nella giornata di martedì, tra il centro commerciale di Sala e il centro cittadino per lavori di manomissione della sede stradale autorizzati dal Comune di Calolziocorte. Eppure un anno fa l'assessore Luca Caremi aveva criticato con tono polemico, il collega del Comune di Lecco per aver avviato i lavori di asfaltatura in pieno giorno con conseguenti ripercussioni sulla viabilità di tutto il circondario».

Calolzio, ladri in azione al poliambulatorio di Sala

Da qui l'appello per lo svolgimento di eventuali nuove opere in notturna, almeno per quanto riguarda la ex 639: «Il Gruppo civico Cambia Calolzio ritiene che lavori sulla strada Lecco Bergamo, che causano difficoltà alla circolazione, non debbano più essere eseguiti in pieno giorno e pertanto invitiamo l'Amministrazione comunale ad una più attenta gestione dei lavori pubblici e privati sulla statale».

La replica di Caremi: «Inutili "polemichette" da social»

La critica sollevata dal Consigliere comunale di minoranza viene respinta con forza da Caremi. «Un'altra inutile polemica da parte di Colosimo e del suo gruppo, ripresa da qualche sfogo sui social - commenta l'assessore della Giunta Ghezzi - Intanto i lavori in corso Europa sono terminati già l'altro giorno e poi non si è trattato di un intervento di asfaltatura promosso dal Comune come avvenne a Lecco, ma un'opera decisa da una ditta privata per alcuni allacciamenti che ha in parte interessato anche la strada. In questo periodo delicato anche dal punto di vista economico non è il massimo imporre a un privato di intervenire la notte. Sempre in merito al caso precedente del comune capoluogo - aggiunge Caremi - in quel caso le opere erano state molto più imponenti e senza avvisi, eseguite in inverno e non in estate, e impegnando più giorni».

L'Amministrazione ha inoltre fatto sapere che è stato emesso un verbale a carico della ditta esecutrice dei lavori di martedì mattina (relativi ad allacciamenti del gas) in quanto gli addetti «Hanno chiuso via Bonacina senza le dovute segnalazioni, arrecando intralcio ad altre imprese i cui camion dovevano scaricare in zona».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecco usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • L'amore trionfa sul virus: si sposa dopo essere stato intubato e aver sconfitto il Covid

Torna su
LeccoToday è in caricamento