menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nel vivo i lavori per dare un nuovo volto al parcheggio del Lavello

La riqualifica porterà, in due step, alla creazione di 120/130 stalli di sosta in zona monastero. In corso la sistemazione per un fondo senza più buche

Entrano nel vivo i lavori per la realizzazione del nuovo posteggio in zona Lavello. Si tratta della riqualifica del piazzale sterrato tra via Padri Serviti e il monastero, uno spazio già a disposizione di auto e veicoli per chi vuole raggiungere il complesso religioso, il Lungoadda e la zona del mercato. L'intervento è stato promosso dal Comune di Calolzio grazie a un bando regionale - "Sulle Orme di Papa Giovanni XXIII" - che vede coinvolti sei Comuni del territorio, con quello di Cisano capoprogetto.

Lavello posteggio mappa-2-2-2

La planimetria del progetto in fase ancora preliminare.

«Quello che si può vedere in questi giorni rappresenta un primo importante step di questa riqualifica dell'area di sosta, coordinato proprio dal Comune di Cisano che si è occupato anche della progettazione per un costo totale del cantiere pari a 62.000 Euro - precisa Dario Gandolfi, assessore ai Lavori pubblici di Calolziocorte - Come in tanti avranno notato passando, le opere sono già entrate nel vivo con la "preparazione" del fondo per il livellamento e la creazione di un'area più omogenea per la sosta, oltre alla sistemazione dei sottoservizi. Successivamente - aggiunge Gandolfi - come Comune di Calolzio daremo il via a un secondo lotto di lavori, finanziato con l'avanzo di bilancio, per completare la pavimentazione, oltre alla sistemazione di marciapiedi e impianti di illuminazione più consoni all'area. Si tratta di un'intervento che mira a valorizzare ancora di più la zona del Lavello, favorendone la fruibilità».

Lavori Lavello 2-2

Tra i due lotti di lavori - quello in corso e quello futuro a cura del Comune di Calolzio - dovrà passare un po' di tempo per favorire l'assestamento del fondo. L'attuale cantiere dovrebbe durare un paio di mesi, la tempistica delle opere dipenderà anche dalle condizioni del tempo. Al termine della riqualifica il fondo in sterrato risulterà ordinato, sicuro e senza più avvallamenti come in precedenza. Non verrà insomma gettato asfalto, e nella seconda fase la pavimentazione sarà in cemento drenante con il verde che farà sempre "da corona" al parcheggio. In totale saranno ricavati e definiti in modo chiaro circa 120/130 stalli di sosta, di cui un paio per pullman turistici, con ingressi e uscite più comodi e sicuri.

Cartello lavori-2

Calolzio: è tornata a casa l'oca Giorgia, rubata un mese e mezzo fa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento