menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Maggi è il nuovo presidente della Fondazione Lavello.

Daniele Maggi è il nuovo presidente della Fondazione Lavello.

Lavello, Maggi nuovo presidente del Cda: «Valorizzeremo questa importante risorsa culturale e turistica»

Suo vice sarà Friburghi, nel direttivo della Fondazione anche Valsecchi e Tomasini

Ora è ufficiale: l'architetto calolziese Daniele Maggi è il nuovo presidente della Fondazione di Santa Maria del Lavello. Nel pomeriggio di mercoledì è avvenuta la nomina dei nuovi componenti del Cda che si occuperanno di amministrare il complesso del monastero e del santuario in riva all'Adda a Calolziocorte, autentica perla architettonica, religiosa e culturale della provincia lecchese.

Ristrutturato quasi vent'anni grazie ai fondi dell'Unione Europea, il Lavello è stato via via sempre più riscoperto non solo dai residenti della valle San Martino, ma anche da numerosi turisti: eventi, manifestazioni, visite guidate continuano ancora oggi ad essere proposte con successo. Ultima in ordine di tempo la serata di ieri (nella foto sotto) con l'applaudito spettacolo di Teatro Invito Ultimaluna.

Il Cammino di Leonardo conquista il pubblico del Lavello

Non sono però mancate le difficoltà, e restano tuttora aperte altre sfide da vincere per far sbocciare una volta per tutte il Lavello, a partire da un'efficace gestione di albergo e bar, come ricorda lo stesso nuovo presidente della Fondazione. «Il mio incarico è ora ufficiale, sarò felice di lavorare per il Lavello nel prossimo triennio - commenta Daniele Maggi (nella foto sopra) - Tra i nostri obiettivi c'è quello di rilanciare il complesso del monastero e valorizzarlo ancora di più dal punto di vista culturale e turistico. Per farlo sarà necessario ottimizzare il funzionamento delle strutture ricettive, bar e hotel. Abbiamo già in mente alcune idee, anche in merito agli eventi e alle iniziative da proporre al pubblico. Al momento è però ancora presto per entrare nel merito. Ci ritroveremo presto per definire nei dettagli programmi e scelte economiche». 

Daniele Maggi ha anche scritto un libro dedicato al monastero, un romanzo storico intitolato "Il Mistero del Lavello" ambientato  nei secoli XIV e XV, e dato alle stampe due anni fa. Il nuovo presidente del Cda è stato nominato dalla Provincia di Lecco e sostituisce l'uscente Nevio Lo Martire.

Vicepresidente sarà l'imprenditore Armando Friburghi (nominato dal Comune di Calolziocorte). Con loro nel Cda anche l'ex Consiglire comunale Luca Valsecchi (incaricato dalla Comunità montana Lario orientale Valle San Martino)  e Silvio Tomasini per la Fondazione Bernareggi. Manca solo il nome scelto da Regione Lombardia che dovrebbe essere ufficializzato nei prossimi giorni. Il nuovo Cda resterà in carica dal 1° luglio 2019 al 31 dicembre 2021.

Successo al Lavello per lo show cooking con le Top Chef

«Il Lavello è senza dubbio una grande risorsa nella quale crediamo fermamente, con un elevato potenziale sia in ottica culturale che turistica - conclude Daniele Maggi - Faremo il massimo per valorizzarlo, e nel farlo coinvolgeremo anche associazioni e realtà locali».

Nel primo week end di luglio andrà in scena il Lavel Folk

Intanto anche durante l'estate il monastero calolziese ospiterà manifestazioni di richiamo. La prossima, in ordine di tempo, sarà il sempre apprezzato "Lavel Folk" festival, in programma venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 luglio. Come spiegato dall'associazione Ethnica: «Saranno tre giorni di musica folk, corsi e danze in una delle cornici più suggetive della provincia di Lecco. Un'occasione per incontrarsi laddove musica e balli popolari si fondono con la storia, la cultura e lo splendore della natura che offre la riva del fiume Adda a Calolziocorte, nel solco della tradizione dell'associazione Ethnica».

L'ingresso sarà libero, spaziando dall musica del Quebec al Tango, fino ad "Andrea Capezzuoli e compagnia", e altro ancora.

L'assessore regionale Lara Magoni in visita ai tesori della Valle San Martino

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento