Notizie

«Una grande emozione incontrare il Papa: una capacità di ascolto e un'empatia indescrivibili»

Il giornalista calolziese Paolo Valsecchi ha trascorso un pomeriggio in Vaticano parlando con Bergoglio del libro dedicato al testimone di giustizia Piero Nava. Ecco la sua testimonianza

Papa Bergoglio e Paolo Valsecchi.

Ci sono momenti che ti segnano per tutta la vita, regalandoti splendide emozioni difficili da spiegare. L'incontro che il calolziese Paolo Valsecchi ha vissuto di recente a Roma è uno di questi. In una San Pietro deserta per l'emergenza covid, Valsecchi ha potuto trascorrere un intero pomeriggio parlando con Papa Francesco.

La storia del testimone di giustizia Piero Nava raccontata dai tre giornalisti lecchesi Bonini, Valsecchi e Scaccabarozzi

Insieme a lui anche Sinisa Mihajlovic, Carlo Verdone, Mara Venier e altri personaggi noti e meno noti che a vario titolo hanno partecipato alla registrazione di tre puntate della trasmissione "Vizi e Virtù" in onda in prima serata sul canale televisivo 9. In una di queste si parlerà di giustizia e ingiustizia, e proprio qui si vedrà Paolo Valsecchi, ospite di quest'incontro in quanto autore del libro "Io sono nessuno" - scritto insieme ai colleghi e amici giornalisti Lorenzo Bonini e Stefano Scaccabarozzi - nel quale viene narrata la storia di Piero Nava, ex agente di commercio originario del Lecchese che fu testimone oculare dell'omicidio del giudice Rosario Livatino. Una vita stravolta, quella di Nava, per la scelta di testimoniare e di schierarsi con coraggio dalla parte giusta: contro la mafia. 

Paolo 2-2-2

«Non è facile descrivere le emozioni che ho provato parlando con Papa Bergoglio, è stato come incontrare un "don", una persona con una capacità di ascolto e un'empatia indescrivibili e straordinarie» - racconta Paolo Valsecchi, illustrando poi come è nata questa occasione speciale. «Tutto è legato al libro uscito a settembre dedicato alla vicenda di Piero Nava, vissuto a Monte Marenzo negli anni Ottanta e testimone dell'omicidio del giudice Livatino, quel giudice vittima della criminalità organizzata che a inizio maggio proprio Bergoglio proclamerà beato».

L'invito in Vaticano è nato quasi per caso... «Ho letto un post su Facebook di don Marco Pozza, un giovane sacerdote attento ai social e alla comunicazione - continua Paolo Valsecchi, residente a Calolzio e dipendente del Comune di Solza, oltre ad essere giornalista e ora scrittore - Don Marco è cappellano nel carcere di Padova dove sta scontando la pena uno dei mandanti dell'omicidio di Livatino. Sui social Pozza ha scritto di aver apprezzato il libro su Piero Nava, ricordando di essere entrato in contatto con la vicenda umana di chi ha fatto scelta sbagliata. Io ho provato allora a scrivergli proponendogli di organizzare un incontro pubblico, magari proprio in Veneto. Don Marco mi ha risposto parlandomi di altri progetti. Dopo qualche settimana mi ha richiamato proponendomi di raggiungere insieme a lui il Papa per inserire la storia di Nava in una puntata sul tema della giustizia all'interno del programma "Vizi e Virtù, conversazioni con Francesco" sul Nove. Come potete immaginare per me è stata una grande gioia».

Papa 4-2

Da qui l'approdo a Roma lo scorso 8 febbraio poco prima della partenza del Papa per l'Iraq e dopo un'intervista già organizzata da don Marco Pozza a Pietro Nava in un contesto sicuro e con l'immagine "criptata" per tutelare il testimone di giustizia. La notizia dell'incontro in Vaticano è stata poi resa nota solo oggi.

La calolziese Beatrice Stasi in udienza dal Papa dopo aver combattuto il covid: «Una grande emozione»

«Nava in quell'intervista si racconta soprattutto dal punto di vista umano, nella puntata si parlerà infatti del suo sacrificio e del senso della giustizia - continua il calolziese - Lui per ovvi motivi non poteva partecipare in un luogo con fotografi e videocamere, e io ho avuto la fortuna e il privilegio di poterlo rappresentare in questo incontro in un salone del Vaticano. Un momento molto forte, intimo, bello. Una trentina le persone presenti, alcune famose come Verdone, la Venier e Mihajlovic con il quale Bergoglio ha parlato in modo scherzoso di calcio da appasionato qual è, altri meno noti ma con storie importanti legate per esempio alla lotta alla ludopatia. Io ho parlato di Nava, già incontrato dal Pontefice con la commissione antimafia nel 2016. Abbiamo ricordato il fatto che tra meno di due mesi sarà beatificato il giudice Livatino, nei giorni in cui si ricorda il vibrante discorso pronunciato il 9 maggio del 1993 da Papa Giovanni Paolo II contro la mafia ad Agrigento».

Paolo 3-2

«Durante l'incontro, durato oltre tre ore, abbiamo insomma parlato a turno delle nostre storie - aggiunge Paolo Valsecchi - Il Papa ha stretto la mano in modo molto forte a ciascuno di noi, ha voluto ascoltare a fondo tutti, facendoci riflettere sul valore della giustizia e sulla santità che si può trovare nel comportamento di tante persone coraggiose nella vita di tutti i giorni. Ci sono tanti uomini e donne che non conosciamo, in grado però di vivere in modo esemplare secondo i valori del Vangelo. Bergoglio si è posto non come un Papa, ma come una persona semplice, ci ha messo tutti a nostro agio. Con uno sguardo, un sorriso e poche parole è riuscito ad abbattere e ribaltare i piani, come se in quel momento fosse lui a incontrare noi e non viceversa».

Bambini della Pietro Scola a lezione di educazione civica con gli autori del volume "Io sono nessuno"

Paolo Valsecchi ha infine tenuto a sottolineare: «Per me questa esperienza è stata un regalo intenso, inaspettato, commovente, nato da un semplice scambio di mail. Se ho potuto viverlo lo devo anche agli amici e colleghi Stefano Scaccabarozzi e Lorenzo Bonini, sia per aver lavorato con me alla stesura del libro, sia per avermi sostenuto nel cogliere questa meravigliosa opportunità di incontare il Papa. A loro va la mia gratitudine più sincera». Le prossime puntate di "Vizi e Virtù, conversazioni con Francesco" dedicate ai temi di cui si è parlato nell'incontro a San Pietro verranno messe in onda il 20 e 27 marzo prossimi, mentre quella con Paolo Valsecchi dedicata a Pietro Nava la domenica di Pasqua sempre in prima serata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Una grande emozione incontrare il Papa: una capacità di ascolto e un'empatia indescrivibili»

LeccoToday è in caricamento