Addio cubi giganti, in arrivo una nuova barriera protettiva al Lavello

Si tratta di un monumento ideato con gli studenti delle superiori Rota e scelto dal Comune in quanto giudicato esteticamente più consono all'area. Ispirato al vicino monastero e a Leonardo, verrà inaugurato il 7 settembre

I lavori in corso al Lavello. Il progetto è stato ideato e seguito dall’assessore Dario Gandolfi.

Addio cubi, in arrivo nuove barriere per “proteggere” il Lavello: la parte meccanica sarà ispirata ai sistemi studiati da Leonardo da Vinci e quella estetica al vicino monastero.

Questa la novità in arrivo sul Lungoadda di Calolziocorte. Sono infatti in corso da qualche giorno i lavori decisi dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Ghezzi per riqualificare il sistema protettivo all’ingresso dell’isola pedonale nei pressi del santuario.

Cubi giganti per la sicurezza in zona monastero del Lavello

Per garantire la sicurezza in aree ad altra frequentazione come richiesto dalla Prefettura, un paio d’anni fa la precedente Giunta Valsecchi aveva deciso di collocare delle strutture quadrate che avevano sollevato più di una critica dal punto di vista estetico. Ora i cubi sono stati tolti e nel giro di una decina di giorni sarà visibile il nuovo monumento. Al momento sono visibili solo alcuni paletti del nuovo impianto, pensato e progettato dall’assessore Dario Gandolfi con il contributo grafico degli studenti del vicino istituto superiore Rota, e il sostegno economico di un’azienda del territorio.

Incontro pubblico con il calolziese Riccardo Gatti, capitano della Open Arms

«Più che di barriere si tratta di un monumento protettivo più bello che va a sostituire i vecchi dissuasori a forma di cubo secondo noi poco consoni all’ambiente circostante - spiegano il vicesindaco Aldo Valsecchi e l’assessore alle Opere pubbliche Dario Gandolfi che sta seguendo l’iter di realizzazione - L’opera, concordata con la Sovrintendenza, avrà un peso complessivo di 30 quintali, sarà una barriera unica di 8 metri per 2 antinfrazione realizzata in materiale corten e acciao zincato a caldo. Prevista inoltre l’illuminazione a led. La parte meccanico manuale sarà di tipo leonardesco, mentre il monumento nel suo complesso sarà ispirato al Lavello».

Cavalli in fuga nella notte nel Calolziese

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Monticello: emergono le foto dell'Alfa incidentata. Sul web scatta l'ironia

  • Il manifesto per gli auguri di matrimonio che ha incuriosito tanti calolziesi

  • La calolziese Silvia protagonista di una delle più importanti fiere d'arte contemporanea d'Italia

  • Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

  • Perde il controllo del trattore e precipita nella scarpata

Torna su
LeccoToday è in caricamento